giovedì 20 aprile 2017
Il nunzio apostolico al Cairo ha consegnato al patriarca copto ortodosso una lettera di Francesco per gli auguri di Pasqua. «Nella nostre Chiese una più profonda solidarietà nel proclamare il Vangelo»
Il patriarca copto ortodosso Tawadros II ha celebrato la Messa di Pasqua nella chiesa di San Marco al Cairo (LaPresse)

Il patriarca copto ortodosso Tawadros II ha celebrato la Messa di Pasqua nella chiesa di San Marco al Cairo (LaPresse)

“Come servitori della speranza, i cristiani sono chiamati a proclamare insieme il Risorto attraverso la gioiosa testimonianza delle loro vite e attraverso l’amore generoso verso il prossimo. Sappiamo che il mondo oggi ha urgente bisogno della proclamazione di questa speranza, l’unica che non delude”. È quanto scrive papa Francesco in una lettera inviata al patriarca copto ortodosso, Tawadros II, per presentare i suoi auguri per la Pasqua. Lo rende noto l'agenzia Sir.

Il viaggio apostolico del Papa in Egitto si avvicina: Francesco sarà al Cairo il 28 e 29 aprile (IL PROGRAMMA).

“Con la vittoria di Cristo sul peccato e sulla morte – si legge nella lettera consegnata a mano dal nunzio apostolico in Egitto, monsignor Bruno Musarò – ogni uomo e ogni donna è capace di guardare alla propria vita con occhi e cuore nuovi, anche in circostanze segnate da tristezza e difficoltà. Le tenebre, il fallimento, il peccato – scrive il Papa – possono essere superate e diventare punto di partenza di un nuovo cammino. Possa la Pasqua, che quest’anno i cristiani celebrano nello stesso giorno, ispirare nelle nostre Chiese un sempre crescente desiderio per una sempre più profonda solidarietà nel proclamare il Vangelo e servire coloro che sono nel bisogno”.

© Riproduzione riservata