Migranti

Famiglie di profughi isolate nei boschi. «Non abbiamo più cibo, moriremo»

Migranti Famiglie di profughi isolate nei boschi. «Non abbiamo più cibo, moriremo»

Nello Scavo, inviato a Bikiške (frontiera Lituania-Bielorussia)

Marina Corradi
Uomini inseguiti, bastonati, la schiena marchiata dai colpi. Picchiati, si direbbe, con gusto dai vigilantes in nero, ricacciati giù, oltre il fiume, oltre il confine – là dove devono restare