Cattolici e Politica

Francesco D'Agostino*
Fare politica come cristiani in una realtà provocante
Sandro Campanini*
Perché l’esperienza cristiana non si riduca a un fatto «privato»
Edo Patriarca
Per ricucire, tessere relazioni, animare le comunità servono tempo e pazienza
Erio Castellucci
Chi può decidere le modalità, i tempi e gli strumenti per questa auspicabile nuova stagione di impegno politico dei cattolici? Non certamente i pastori da soli. Ma nemmeno i laici da soli
Alessandra Servidori
Chiedo ospitalità per brevi riflessioni legate ai vari contributi apparsi sul giornale sul tema dell’opportunità per i cattolici ...
Giorgio Merlo
Sia chiaro, nessuna deriva clericale, nessun partito confessionale o 'dei vescovi' e, nello specifico, nessun 'partito dei cattolici'
Angelo Moretti
A 100 anni esatti dall’appello di don Sturzo «agli uomini liberi e forti» viviamo, forse per la prima volta da allora, il paradosso di non sapere dove siano finiti i politici ...
Vincenzo Bova
Da qualche mese pare proporsi una rinnovata attenzione alla storica questione della presenza dei cattolici italiani nella sfera della politica
Alessandro Rosina
Ci sono almeno tre motivi per ritenere attuale l’appello ai Liberi e Forti ispirato cento anni fa dal pensiero e dalla visione di don Sturzo
Luca Diotallevi, sociologo Università di Roma Tre
Servono leader e servono però anche tanti uomini e tante donne liberi e forti, capaci di assumere ciascuno e ciascuna un pezzo di responsabilità politica
Roberto Rossini
È possibile ancora parlare del popolo in termini positivi? È possibile che il popolo possa ancora essere un soggetto positivo della nostra storia politica?