Cattolici e Politica

Lorenzo Dellai
Si torna a discutere di cattolici italiani e politica. Ne parlano – nel loro ruolo – i nostri vescovi; se ne discute in tanti incontri...
Giorgio Merlo
La necessità di avere uno strumento politico e organizzativo capace di raccogliere la sfida che proviene da settori consistenti dell’area cattolica italiana si fa più stringente...
Teresa Piccione
Ho letto con interesse l’intervista a Ernesto Preziosi, persona che stimo e con cui ho condiviso l’esperienza parlamentare nella trascorsa legislatura, pubblicata dal suo giornale il 28 ottobre ...
Mario Giro
Nella grande confusione cacofonica creata (ad arte) dal bipolarismo dell’odio e del disprezzo, è necessario uno spazio libero dalle parole cattive e dalle tecniche della derisione dell’avversario
Giorgio Merlo
È indubbio che sta emergendo in tutto il Paese una domanda di politica che non può essere respinta con indifferenza e qualunquismo
Giorgio Campanini
La via privilegiata da percorrere sembra essere quella di una Fondazione nazionale, seguita da un Manifesto programmatico
Giorgio Girelli
È utile una riflessione sulle condizioni attuali e su quelle in cui De Gasperi si trovò ad operare per risollevare le sorti d’Italia dopo la terribile Seconda guerra mondiale
Gianni Bottalico
Occorre saper resistere a una duplice tentazione: da una parte lo scontro frontale, la demonizzazione, e dall'altra parte la tentazione dell'imitazione
Vittorio Possenti
L’irrilevanza dei cattolici in politica è tema antico. Senza un’unità di intenti, di proposta, di azione su nuclei centrali non si può incidere
Paola Binetti
I cattolici sono liberi di scegliere, tra le opinioni politiche compatibili con la legge morale naturale, quella che secondo il proprio criterio meglio si adegua alle esigenze del Bene comune