Heidi l'orfanella torna nei cinema Un imperdibile esempio di positività


Emanuela Genovese giovedì 24 marzo 2016
Il personaggio fu creato nel 1880 da Johanna Spyri ma sa parlare anche oggi al cuore di grandi e piccini.
​Heidi, la poesia della purezza. Apparso per la prima volta in una fiaba pubblicata nel lontano 1880, Heidi è un personaggio inventato da Johanna Spyri, una scrittrice svizzera. E quando il cinema e la televisione hanno fatto la loro irruzione nella realtà, Heidi ha ispirato autori di tutto il mondo che hanno dato vita a serie televisive, film americani per il cinema e cartoon giapponesi. Dal 1978 anche la televisione italiana non ha smesso di programmare Heidi, un cartone che è amato dai piccoli di ieri e di oggi. E questo nuovo adattamento cinematografico (si parla di adattamento quando un romanzo diventa un film per il cinema o la televisione) ha tutti gli elementi che hanno reso Heidi tanto popolare. Il film inizia con Heidi, una bambina dai capelli ricci e disordinati vestita come un maschiaccio, che viene portata in una casa di montagna, dove vive un vecchio pastore solitario. Zia Dete ha ricevuto un’offerta di lavoro a Francoforte e non può portare la piccola con sé. Il vecchio è del tutto deciso ad abbandonare Heidi in un orfanotrofio ma l’allegria e la dolcezza della bambina, orfana di entrambi i genitori, lo conquistano. Heidi imparerà a pascolare le caprette, a vivere la vita della montagna insieme a Peter, un pastore analfabeta adolescente. La mancanza di istruzione di Heidi sarà il motivo di un trasferimento forzato, all’insaputa del nonno, a Francoforte: Heidi sarà ospite di una famiglia ricca, dove abita Clara Seseman, una bambina che vive sulla sedie a rotelle dopo la perdita della madre. Il temperamento di Heidi, che è felice di quel poco che ha e riceve, si incontra con la tristezza composta di Clara, circondata dalla ricchezza ma non dall'amore. Il continuo confronto, a volte scontro, tra la spensieratezza della vita in montagna e la vita in città sono il nucleo centrale di questo nuovo adattamento per il cinema. Gli spettatori della Svizzera che, per primi nel mondo, hanno visto questo film sono rimasti conquistati dall’adattamento del regista svizzero Alain Gsponer che aveva già girato un cortometraggio sul personaggio di Heidi. E dal 24 marzo anche in Italia sarà distribuito nei cinema Heidi, un film che piacerà molto a tutti i bambini che non si perdono un cartoon tratto da questo personaggio.
© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: