venerdì 25 agosto 2017
Ucciso in Florida un suprematista bianco reo di omicidio di un afroamericano. La difesa aveva chiesto la sospensione della pena perché il farmaco avrebbe potuto causare sofferenze
Ansa

Ansa

È stata eseguita nella notte tra giovedì e venerdì la condanna a morte di Mar James Asay, ucciso con un'iniezione letale per la quale è stato usato anche un farmaco mai usato finora, l'etomitade. L'esecuzione, ha confermato il dipartimento carcerario
della Florida, è avvenuta alle 18.22 ora locale, le 0.22 in Italia, ed è la prima nello stato americano di un bianco condannato per aver
ucciso un afroamericano.

Gli avvocati di Asay hanno cercato di bloccare l'esecuzione sostenendo che l'uso di un farmaco mai sperimentato, e che quindi potenzialmente potrebbe provocare sofferenze, viola l'emendamento della Costituzione che vieta punizioni crudeli ed inusuali. Ma la maggioranza dei giudici della Corte Suprema della Florida ha respinto il ricorso, nonostante l'opposizione di uno di loro, secondo il quale il condannato viene trattato come "una cavia di laboratorio dell'ultimo protocollo per le iniezioni letali".

Asay, ex membro di una gang suprematista, era stato condannato a morte nel 1988 per l'uccisione di un ispanico ed di un afroamericano, in delitti considerati razzisti. Il condannato, che ha trascorso 36 anni in prigione, in una recente intervista aveva affermato di "non essere più una persona violenta o una minaccia per la società".

© Riproduzione riservata