Firenze. I graffiti diventano digitali


martedì 22 novembre 2016
L'Opera di Santa Maria del Fiore, a Firenze, ha trovato una soluzione tecnologica contro gli atti vandalici
Uno dei graffiti digitali lasciati dai visitatori

Uno dei graffiti digitali lasciati dai visitatori

Se non puoi batterli - dice il proverbio - alleati con loro. Seguendo questa filosofia, l'Opera di Santa Maria del Fiore, a Firenze, invita chiunque ne abbia voglia a lasciare una scritta o un disegno sul muro, promettendo - addirittura - di proteggerli e conservarli. Una cosa possibile grazie alla tecnologia, perché i graffiti non andranno a imbrattare le pareti dei monumenti cittadini ma saranno tracciati su un tablet, quindi memorizzati e resi visibili online per sempre, senza danni ai monumenti.

Il progetto di chiama Autography è funziona: in otto mesi, solo nove graffiti sono stati tracciati sui muri del campanile di Giotto da imperterriti maleducati e subito rimossi dai restauratori, mentre sono state oltre 15.600 le scritte digitali lasciate dai visitatori. La soluzione tecnologica ha permesso a Firenze - primo esempio al mondo - di ridurre drasticamente i costi per la pulizia dei monumenti.

© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: