martedì 9 aprile 2019
Un progetto Avsi nato dalla tenacia di tante mamme sfuggite alla violenza della guerra e che vogliono dare un futuro migliore ai loro figli

Insegnare il “buon calcio” a 350 ragazzi secondo il modello sportivo-educativo del Dipartimento Junior dell’Associazione Italiana Calciatori, e ristrutturare il campo di una scuola voluta da un gruppo di donne sopravvissute a violenze di ogni genere, in uno dei quartieri più poveri e disagiati di Kampala, in Uganda: è l’idea alla base di #Goal4Uganda, progetto realizzato dalla Ong italiana Avsi in partnership con l’Associazione italiana calciatori (attraverso Aic Onlus) e Cdo Sport, per a valorizzare il calcio come canale di socializzazione positiva e di inclusione sociale, offrendo ai ragazzi un campo adeguato su cui giocare.

Si è appena conclusa una settimana di scuola calcio, rivolta a studenti e studentesse tra i 13 e i 17 anni, della scuola secondaria “Luigi Giussani High School”; una struttura d’eccellenza che sorge nel cuore della baraccopoli.

Per sostenere il progetto, Avsi ha lanciato una raccolta fondi online su AVSI.org/Goal4Uganda.

Grazie all’impegno di Luca Rossettini, consigliere Aic e calciatore del Chievo Verona, è stato possibile mettere in contatto i partner di progetto e costruire questo sogno. Damiano Tommasi, presidente Aic, e Simone Perrotta, responsabile dipartimento Junior di Aic e Campione del Mondo, sono scesi in campo, accompagnati dal Segretario Generale Aic Onlus Fabio Poli. È stata l’occasione per inaugurare il campo da calcio, ristrutturato grazie al progetto, alla presenza di autorità locali e della scuola Luigi Giussani High School, oltre che ai partner del progetto.

Attività del progetto
Il progetto #Goal4Uganda ha prima di tutto una valenza educativa: la scuola Luigi Giussani si trasforma in un punto di riferimento formativo nei quartieri di Acholi e Kamuli, nello slum di Kireka, luogo di incontro per i ragazzi e i docenti coinvolti nelle varie attività, grazie a missioni di preparatori e allenatori italiani per formare i docenti al valore dello sport e alla pratica del calcio. Sono previsti allenamenti, tornei e occasioni di incontro e formazione per gli studenti, con particolare attenzione alla frequenza scolastica dei ragazzi.

La scuola Luigi Giussani High School
Tra i diversi “quarters” che compongono Kireka, uno dei quartieri più poveri della capitale ugandese Kampala, c’è Acholi Land: durante la guerra civile accolse la tribù degli acholi in fuga dalle atrocità di Kony. È qui che sorge la scuola Luigi Giussani, costruita nel 2005, voluta da un gruppo di donne sopravvissute a violenze di ogni genere, desiderose di garantire ai propri figli una buona educazione quindi un buon futuro. Non si sono risparmiate e, con pazienza e tenacia, hanno lavorato, hanno spaccato e venduto le pietre di una cava presente nello slum, hanno realizzato e venduto le collane di perle di carta colorata, e sono riuscite a sostenere una parte significativa delle spese di costruzione della scuola. La Luigi Giussani è oggi un centro educativo di qualità nel cuore dello slum, una scuola primaria e secondaria dove gli insegnanti, insieme con gli allievi, vivono un’esperienza educativa e di crescita umana.

Imparare il buon calcio per crescere meglio, insieme (foto Mattia Marzorati)

Imparare il buon calcio per crescere meglio, insieme (foto Mattia Marzorati)

Un progetto dell'Avsi insieme all'Aic Associazione italiana calciatori (foto Mattia Marzorati)

Un progetto dell'Avsi insieme all'Aic Associazione italiana calciatori (foto Mattia Marzorati)

Schierati sul nuovo campo di calcio, pensando al futuro (foto Mattia Marzorati)

Schierati sul nuovo campo di calcio, pensando al futuro (foto Mattia Marzorati)

Allenamento. Senza impegno non si costruisce (foto Mattia Marzorati)

Allenamento. Senza impegno non si costruisce (foto Mattia Marzorati)

La festa delle mamme che, sfuggite alla violenza della guerra, hanno voluto una scuola per i loro figli (foto Mattia Marzorati)

La festa delle mamme che, sfuggite alla violenza della guerra, hanno voluto una scuola per i loro figli (foto Mattia Marzorati)

Anche Damiano Tommasi, ex calciatore delle Roma, è... della partita (foto Mattia Marzorati)

Anche Damiano Tommasi, ex calciatore delle Roma, è... della partita (foto Mattia Marzorati)

Il calcio fa amicizia (foto Mattia Marzorati)

Il calcio fa amicizia (foto Mattia Marzorati)

Il calcio significa anche costruire insieme (foto Mattia Marzorati)

Il calcio significa anche costruire insieme (foto Mattia Marzorati)

Uno studente della scuola Luigi Giussani, eccellenza educativa nella periferia povera (foto Mattia Marzorati)

Uno studente della scuola Luigi Giussani, eccellenza educativa nella periferia povera (foto Mattia Marzorati)

Il desiderio delle mamme si sta avverando: una scuola per i figli (foto Mattia Marzorati)

Il desiderio delle mamme si sta avverando: una scuola per i figli (foto Mattia Marzorati)

© Riproduzione riservata
COMMENTA E CONDIVIDI

ARGOMENTI: