giovedì 25 luglio 2019
La straziante vicenda ripresa da un giornalista, mentre il padre urla disperatamente. Alla fine solo la più piccola delle due si salverà
Idlib, bimba muore tra le macerie delle bombe tenendo per mano la sorellina
COMMENTA E CONDIVIDI

Drammatiche immagini giungono da Ariha, nella provincia di Idlib, in Siria, martellata ieri dall'aviazione governativa: una bambina di 5 anni, Riham, schiacciata dalle macerie tende la mano alla sorella di sette mesi, Toqa, che ha tentato di salvare. Nel filmato di SY.24, rilanciato anche dalla Bbc, si vede il padre che tenta disperatamente di salvare le figlie, ma le due bambine precipitano giù dalle macerie. Riham morirà, ma Tuqa resta nelle immagini attaccata alla sua mano.

Un fermo immagine del video di Sy.24

Un fermo immagine del video di Sy.24

L'Onu ha detto la scorsa settimana che oltre 350 civili sono morti dal 29 aprile - e 330.000 persone sono in fuga - ovvero da quando i combattimenti a Idlib, ultima roccaforte dei ribelli anti-governativi hanno ripreso le ostilità.

Le immagini sono state girate dal giornalista Bashar al-Sheikh, che poi ha lasciato la sua videocamera per aiutare i soccorritori.

La famiglia di edificio di 4 piani Asma Naquah e le sue sei figlie: Aminah, Daliah, Rimas, Riham, Rawan e Toqa. Il giornalista è stato tra i primi ad accorrere. Ha visto l'uomo soccorrere due delle figlie, poi ha capito che doveva

Toqa era sul momento di cadere ma Riham l'ha presa ma non ha retto il peso della sorella minore e sono cadute insieme, tra le macere. Toqa è in terapia intensiva e lotta per la vita, mentre Riham e la madre sono morte.

© Riproduzione riservata
COMMENTA E CONDIVIDI

ARGOMENTI: