venerdì 3 novembre 2017
Sul sito i consigli su come accedere al tirocinio curriculare adatto al proprio percorso di studi
Stage formativo, una guida su come trovare quello giusto

Cercare uno stage può sembrare un’impresa titanica, ma grazie a un po’ di impegno e organizzazione si può trovare quello giusto. L’Università Niccolò Cusano mette a disposizione dei suoi studenti il servizio on line Stage e Job Placement (https://www.unicusano.it/servizi/stage-job-placement/servizio-stage-job-placement), una sorta di guida con tanti consigli su come trovare il tirocinio curriculare adatto al proprio percorso di studi. «Lo stage è spesso al centro di dibattiti tra gli studenti universitari - spiega l’Ateneo - oltre allo studio teorico, infatti, è importante tener conto dell’aspetto pratico, sviluppabile proprio grazie al tirocinio. Sulla base di ciò, il percorso da stagista è fondamentale per acquisire solide conoscenze e competenze da sfruttare nel futuro professionale».

Dal contratto di stage ai canali per trovare un buon tirocinio, ecco tutto quello che bisogna sapere per entrare nel mondo del lavoro. Per stage s'intende un periodo di formazione direttamente sul campo, svolto presso un ente o un’azienda, con l’obiettivo di acquisire delle conoscenze pratiche applicabili nel contesto professionale in cui si vorrebbe operare. Si tratta di un primo approccio al mondo del lavoro, in cui i giovani laureandi o neolaureati hanno la possibilità di interagire direttamente con la realtà aziendale, andando oltre le conoscenze teoriche acquisite negli anni di studio universitario.

Acquisire maggior consapevolezza delle proprie capacità: misurarti con altre persone ed avere a che fare con un ambiente professionale ti darà più sicurezza in te stesso, perché ti verranno assegnate delle mansioni da svolgere e dei compiti da portare a termine;

Sviluppare nuove conoscenze e affinare quelle che già si possiedono: grazie al tirocinio formativo, è possibile affinare le conoscenze acquisite negli anni dell’Università, mettendole finalmente in pratica. Inoltre, grazie all’osservazione e agli insegnamenti di chi ha più esperienza, si possono acquisire nuove e interessanti competenze che rafforzeranno la propria immagine professionale;

Trovare lavoro più facilmente: lo stage costituisce un’esperienza lavorativa a tutti gli effetti, da inserire nel curriculum vitae. Grazie a una buona referenza, si potrà trovare lavoro più facilmente o, in alcuni casi, essere assunti direttamente dall’azienda in cui si è svolto lo stage formativo.


La normativa vigente prevede che lo stage sia realizzato tramite una convenzione tra ente promotore, impresa ospitante e stagista; oppure attraverso convenzioni-quadro con le associazioni dei datori di lavoro.

Per poter attivare e promuovere uno stage deve esserci necessariamente un soggetto promotore che funge da intermediario fra stagista e azienda/ente ospitante. Tra i soggetti promotori possono figurare Centri per l’Impiego, Università, Agenzie del lavoro e soggetti in possesso di specifici requisiti determinati dalle normative regionali.

Per trovare ulteriori offerte di stage, oltre al sito dell'Università Cusano, si può dare un’occhiata a siti web come:

Indeed: ottimo motore di ricerca professionale, dove puoi trovare lo stage adatto a te inserendo le informazioni in specifici filtri;
Linkedin: il social media lavorativo per eccellenza, dove puoi compilare un vero e proprio curriculum online da sottoporre all’attenzione delle aziende;
Monster: sito di raccordo tra domanda e offerta di lavoro, dove è possibile caricare il tuo curriculum vitae.

L’Università Niccolò Cusano, infine, consiglia di preparare un buon curriculum vitae, che racchiuda i dati personali, i contatti, le esperienze formative e quelle professionali. Inoltre, è buona prassi allegare al cv una lettera di presentazione, dove raccontare qualcosa in più su sé stessi, sulle proprie passioni e ambizioni.

© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: