domenica 12 agosto 2018
La via della santità è un percorso di coerenza interiore, è la ricerca della fedeltà del Vangelo in tutte le situazioni in cui ci si trova a vivere. Così accadde per santa Givoanna Francesca de Chantal, che fu sposa, madre e poi fondatrice di una famiglia religiosa, le Visitandine. Un itinerario non semplice, condiviso anche con san Francesco di Sales, che fu per lei un padre e che ebbe la futura santa come collaboratrice. Giovanna Frémiot era nata a Digione nel 1572 e a 20 anni sposò il barone de Chantal: ebbero sei figli. Nove anni dopo rimase vedova e allora, grazie anche alla guida di Francesco di Sales, si dedicò al progetto di una congregazione religiosa che si dedicasse all'assistenza dei malati. Presi i voti, la fondatrice fece crescere la congregazione e alla sua morte, avvenuta a Moulins nel 1641, le case erano già 75.
Altri santi. Sant'Euplo di Catania, diacono e martire (IV sec.); beato Karl Leisner, sacerdote e martire (1915-1945).
Letture. 1Re 19,4-8; Sal 33; Ef 4,30-5,2; Gv 6,41-51.
Ambrosiano. Ger 25,1-13; Sal 136; Rm 11,25-32; Mt 10,5b-15.
© Riproduzione riservata