giovedì 13 settembre 2018
La misura garantirà, ha detto il presidente francese, che tutto possano «vivere degnamente». I destinatari non potranno rifiutare più di 2 offerte di lavoro ragionevoli
Macron ha parlato agli assistenti sociali oggi a Parigi, illustrando un piano da 8 miliardi di euro per contrastare la povertà (Ansa)

Macron ha parlato agli assistenti sociali oggi a Parigi, illustrando un piano da 8 miliardi di euro per contrastare la povertà (Ansa)

Il presidente francese, Emmanuel Macron, ha annunciato l'introduzione di un «reddito universale di attività» entro il 2020. La misura, che punta a garantire che tutti possano «vivere degnamente», è stata illustrata nel quadro del nuovo piano anti-povertà presentato oggi dal leader francese.

«Con una legge nel 2020, creeremo un reddito universale per consentire a tutti di vivere decentemente» ha annunciato Macron, spiegando che questa misura sarà «universale, perché tutti possono rivendicarla non appena il proprio reddito scenderà al di sotto di una certa soglia». Sarà «semplice, equo e trasparente - ha detto -, uniremo il maggior numero di benefici sociali per fornire finalmente una risposta unica per garantire che le persone vivano con dignità. Si tratta di far tornare le persone al lavoro».

Il capo dell'Eliseo ha quindi sottolineato che questa forma di aiuto sarà un «contratto di impegno e di responsabilità reciproca». Sarà accompagnato da «diritti e doveri ulteriori». Ogni destinatario si iscriverà a un «percorso di inserimento in cui sarà impossibile rifiutare più di 2 offerte di lavoro ragionevoli», ha aggiunto Macron.

© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: