martedì 1 gennaio 2019
La polizia di confine statunitense ha sparato i lacrimogeni su un centinaio di profughi dell'Ecuador a Tijuana, alla frontiera tra statunitense
Un centinaio di migranti ecuadoregni sono respinti nella notte di San Silvestro al confine di Tijuana (Ansa)

Un centinaio di migranti ecuadoregni sono respinti nella notte di San Silvestro al confine di Tijuana (Ansa)

Un centinaio di migranti, arrivati a Tijuana con la carovana partita dall'Ecuador, hanno cercato nella notte di San Silvestro di varcare il confine tra Messico e Stati Uniti e sono stati respinti con l'utilizzo di gas lacrimogeni dalle Guardie di confine americane.

I migranti si erano radunati verso le 20 (5 del mattino in Italia) nell'area di Playas di Tijuana, nel tentativo di superare le recinzioni che le separano dagli Stati Uniti. Dall'altra parte decine di Guardie di confine hanno reagito utilizzando gas lacrimogeni e hanno respinto il gruppo.

© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: