lunedì 23 ottobre 2017
Domani scattano le misure di secondo livello a Milano: stop ai diesel fino a Euro 4. Cresce intanto l'offerta di car sharing a batteria: 500 nuove vetture tra Milano, Roma e Firenze
L'Italia nella morsa smog: Share'ngo amplia la flotta elettrica

A Milano i livelli di smog rimangono sopra la soglia critica da 12 giorni consecutivi, per questo da domani scatteranno in città le misure di secondo livello previste dall'accordo di programma del bacino padano. Le nuove misure stabiliscono lo stop della circolazione per le auto alimentate a gasolio fino alla classe 4 inclusa, dal lunedì alla domenica compresa, dalle 8.30 alle 18.30, così anche per i veicoli per il trasporto merci alimentati a gasolio fino alla classe 3 compresa. Mentre per i veicoli trasporto cose Euro 4 diesel lo stop sarà dalle 8.30 alle 12.30.

Una delle soluzioni veramente a emissioni zero resta quella di utilizzare veicoli elettrici. L'offerta di quelli in car-sharing in particolare si sta sempre più ampliando. Entro metà novembre ad esempio 500 nuove auto dell'operatore Share’ngo saranno disponibili in strada a Milano, Roma e Firenze. «Bisogna agire subito - ha dichiarato l’amministratore delegato di Share’ngo. Emiliano Niccolai -. In Italia, in particolare nelle grandi città, c’è un’emergenza inquinamento che è diventata un problema strutturale. Non servono palliativi, ma un’azione concertata e efficace sulle cause che sono note: l’inquinamento da motori termici. Ma si può intervenire subito. Share’ngo sta facendo la sua parte con investimenti importanti che porteranno la flotta nelle principali città italiane dove siamo presenti - Roma, Milano, Firenze e Modena – dalle attuali 1.500 auto a 2.000 e a collaborare con le istituzioni per soluzioni intermodali sperimentali con ferrovie e metropolitane. La soluzione all’emergenza c’è ed è già disponibile per le amministrazioni che vorranno con coraggio e determinazione perseguirla». E’ stato anche confermato che le prime 50 nuove auto elettriche di Share’ngo saranno in strada a Milano nel prossimo fine settimana e altre 150 entro la prima metà di novembre, 200 saranno dislocate a Roma e 50 a Firenze.

© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: