Messaggio. «Consacrati, siate il volto dell'amore di Dio»


martedì 2 febbraio 2016
​Il Messaggio della Cei per la XX Giornata della vita consacrata: fate brillare lo splendore del volto di Cristo accogliendo il profugo, il drogato, l'affamato, il nudo. IL TESTO
Il Papa: preghiamo per le vocazioni
«Consacrati, siate il volto dell'amore di Dio»
La Commissione Episcopale per il clero e la vita consacrata ha elaborato un Messaggio per la 20ª Giornata mondiale della vita consacrata, che si celebra oggi, 2 febbraio, in cui chiede ai consacrati di far brillare, con la loro testimonianza, "lo splendore del volto di Cristo, accogliendo il profugo, il drogato, l’affamato e nudo, il senza casa o senza lavoro, il coniuge separato o divorziato, il bambino abusato, l’anziano solo, il carcerato, il malato incurabile, il padre e la madre che non sanno come portare avanti la famiglia". >>> LEGGI IL TESTO DEL MESSAGGIO (PDF)
«Siamo convinti – si legge ancora nel Messaggio – che ogni vera esperienza di vita consacrata debba trovare il suo principale fondamento nella gioia della misericordia assaporata personalmente. Ogni vocazione, la vostra in particolare, proviene da uno sguardo che è allo stesso tempo espressione di misericordia e di elezione da parte del Signore».>>> IL PAPA: PREGHIAMO PER LE VOCAZIONI«Se l’anno scorso – concludono i Vescovi – vi chiedevamo di portare l’abbraccio di Dio a tutti, in continuità con quel messaggio, quest’anno vi supplichiamo di essere volti concreti dell’amore di Dio che si china sulle molteplici miserie: siate quegli angeli che accompagnano le sorelle e i fratelli feriti ad attraversare con fiducia la porta della misericordia».
© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: