domenica 31 luglio 2016
I canti, i messaggini via social, l'umidità... così hanno vissuto l'attesa i giovani della Gmg di Cracovia. (Alberto Gastaldi)
Telo blu, stuoino e sacco a pelo: la notte a Campus Misericordiae
Si fa fatica a spegnere le candele accese durante la veglia presieduta da papa Francesco. I giovani desiderano rimanere ancora in raccoglimento e respirare per qualche istante in più il clima di intima fraternità. Passa poco e partono le note del concerto. Molti giovani paiono più attenti a commentare i momenti vissuti nella giornata, a mangiare qualche snack, a raggiungere i bagni per anticipare la coda. Qualcuno si accorge che canta Suor Cristina e lo fa notare con curiosità. Per la gran parte dei giovani sistemati a Campus Misericordiae l'alternarsi di artisti è un sottofondo che accompagna la chiusura della giornata. I più esperti non perdono tempo e calano il tris per affrontare la notte: telo blu, stuoino e sacco a pelo. Gli altri cercano di arrangiarsi. La vera insidia della notte è l'umidita che sale al trascorrere delle ore sul prato. È uno spettacolo passare per i settori e notare le soluzioni più creative. Con il trascorrere dei minuti, soprattutto i sacerdoti e gli educatori iniziano a caricarsi, mentre i giovani preferiscono conoscere i vicini di settore. È il momento per intonare ancora un canto. Molti cercano di condividere foto e frasi sui social, anche se chi ha la connessione Internet fatica a collegarsi. Un segno della croce con la recita di una preghiera indica il desiderio di affidare al Signore i momenti vissuti senza disperderli. Piano piano le voci iniziano ad attenuarsi. I sacchi a pelo si chiudono. I settori sono pieni e alcuni gruppi si sistemano lungo le vie d'acceso. Le forze dell'ordine, presenti in numero consistente, vigilano con discrezione, mentre i volontari provano a rispondere ai quesiti dell ultima ora. Sembra che siano pochi i giovani che non riescono a prendere sonno, prevale la stanchezza e lo spirito di adattamento.  Alle cinque, con la luce che invade l'immensa area verde, inizia un lento via vai verso i bagni. Manca uno spazio per lavarsi ma si trovano soluzioni pratiche. Si apre il sacchetto del cibo e si prendono merendina e yogurt, molti preferiscono girarsi dall’altra parte e continuare a dormire. Le voci degli speaker annunciano che è iniziata la domenica.
© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: