sabato 19 dicembre 2020
Le vittime sono 553 (ieri 674). Diminuiscono i ricoveri ordinari (-405) e le terapie intensive (-35). L'Italia terzo Paese al mondo per mortalità da Covid, preceduta da Belgio e Perù
Tamponi drive-in a Messina

Tamponi drive-in a Messina - LaPresse

COMMENTA E CONDIVIDI

Sono 16.308 i positivi al tampone per il coronavirus nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Le vittime sono 553 (ieri erano 674) che portano il totale delle vittime a 68.447. I ricoverati sono diminuiti di 405 e le terapie intensive di 35 Oggi in terapia intensiva ci sono 2.784 pazienti. Sono 23.384 i dimessi e i guariti.

Sono 176.185 i tamponi effettuati, in leggero calo rispetto a ieri, quando erano stati 179.800. Il tasso di positività (rapporto positivi-test, compresi quelli ripetuti e di controllo) è del 9,2%, in flessione rispetto al 10% di ieri (-0,8%).

La regione con il maggior numero di nuovi casi è ancora il Veneto (3.834), seguito da Lombardia (1.944), Emilia-Romagna (1.641), Lazio (1.410), Puglia (1.382), Friuli Venezia Giulia (974), Campania (949).

In Veneto i nuovi positivi sono 3.834 (ieri 4.211). I decessi sono saliti da 107 a 114. I test sono stati 58.801. La percentuale dei positivi è del 6,52%. I ricoverati sono 3.213, di cui 369 in terapia intensiva (+4) e 2.844 in area non critica (-89).

Sono 105 i decessi per Covid in Lombardia, dove si registrano 1.944 nuovi casi a fronte di 27.044 tamponi, con un rapporto del
7.1%. Continuano a diminuire i ricoverati in terapia intensiva (-10) e nei reparti (-161). I guariti o dimessi sono 2.396.
A Milano ci sono 700 nuovi casi, di cui 283 in città; a Brescia 248; a Monza e Brianza 145; a Mantova 144; a Como 129.

L'Italia terza al mondo per mortalità

Con oltre 75,8 milioni di contagi in tutto il pianeta e quasi 1,7 milioni di morti a livello globale, secondo la Johns HopkinsUniversity - che dall'inizio della crisi registra i dati ufficiali forniti dalle autorità locali - l'Italia risulta il quinto Paese al mondo per numero di vittime (quasi 68 mila) e il terzo nel rapporto tra decessi e popolazione (oltre 112 per 100mila abitanti). Il nostro Paese arriva ad essere il primo per mortalità se si considerano solo i 20 grandi Paesi più colpiti dal virus, seguito da Spagna (104) e Regno Unito (100) .

Con 161 morti ogni 100mila abitanti, è infatti il Belgio il Paese con il maggior numero di vittime per Covid-19 in rapporto alla popolazione. Segue nella triste classifica il Perù (115 morti ogni 100mila abitanti), e al terzo posto appunto l'Italia con 112. Anche se in termini statistici è la Repubblica di San Marino a registrare il maggior numero di morti in base alla popolazione (162 su 100mila), il dato resta tuttavia simbolico visto il numero esiguo di abitanti (meno di 34mila)e un totale di 55 decessi.

La mortalità è il numero di morti positivi al virus Sars-Cov2 in rapporto alla popolazione e va distinta dalla letalità, che è il numero di morti positivi al virus sulla totalità dei casi positivi registrati.

La mappa italiana del contagio

© Riproduzione riservata
COMMENTA E CONDIVIDI

ARGOMENTI: