mercoledì 8 febbraio 2017
Quella di martedì la puntata di esordio più vista degli ultimi 12 anni. Carlo Conti gongola e conferma: "Mi fermo a tre, questo è l'ultimo festival". Maria De Filippi: "Per me nessun futuro in Rai
Il palco dell'Ariston (LaPresse/ Matteo Rasero)

Il palco dell'Ariston (LaPresse/ Matteo Rasero) - LaPresse

COMMENTA E CONDIVIDI

“Tre il numero perfetto, basta cosi”. Carlo Conti tira un sospiro di sollievo, incassa il record (la prima serata del festival ieri è stata la più vista negli ultimi 12 anni) e sa di poter condurre il suo terzo Sanremo verso porti sicuri per poi mollare gli ormeggi: “Per il bene del Festival serve l’alternanza”. Non era facile battere se stesso, “ma granellino dopo granellino ce l’abbiamo fatta” ha detto soddisfatto snocciolando i dati 49.0% di share nel 2015, 49.7% nel 2016 e finalmente capace di superare la soglia del 50% per la prima volta da 12 anni a questa parte con una media di 11 milioni di telespettatori.

Esulta il Direttore Generale della Rai, Antonio Campo Dall’Orto: “Oltre i numeri, uno spettacolo che hadimostrato di poter evolvere senza perdere l’identità, conquistando il pubblico con una proposta musicale di livello e con la giusta attenzione ai temi sociali, in linea con la mission del servizio pubblico”.

I picchi di ascolto durante la prima serata del festival di Sanremo sono stati raggiunti alle 21.40, mentre Raoul Bova presentava Elodie (16 milioni 131 mila spettatori) e durante l’omaggio agli eroi di Rigopiano, con 16 milioni 113 mila spettatori, secondo dato della serata. La punta più alta di share alla fine dell’esibizione di Ricky Martin, quando ha ballato anche Carlo Conti (ore 23.51) con il 57.1%. La prima parte ha fatto registrare 13 milioni 176mila (share 50.10%), la seconda 6 milioni 177mila (51.98).

Effetto Maria De Filippi? La signora di Mediaset, si gode il successo personale ma afferma di “non avere alcuna intenzione di passare a lavorare in Rai” . Conferma anche il direttore di Raiuno Andrea Fabiano: “Né fusioni, né operazioni varie-RaiMediaset. Il Festival appartiene a tutti, come fosse extraterritoriale”.

© Riproduzione riservata
COMMENTA E CONDIVIDI