Marco dAviano. Testimone dell'amore di Dio per i bisognosi


Matteo Liut domenica 13 agosto 2017
La Parola di Dio può piegare le nazioni e i loro interessi nel nome della difesa della pace e dei più deboli, come dimostra la figura del beato Marco d'Aviano. La sua fu una vita dai tratti quasi “epici”, poiché ebbe a che fare con i potenti dell'Europa di allora e seppe riunirli proprio grazie all'appello della comune identità cristiana. Il risultato della sua opera fu la liberazione di Vienna dall'assedio degli Ottomani nel 1683, anche se di certo non furono i successi “politici” a portare questo frate cappuccino agli onori degli altari nel 2003. Egli infatti fu prima di tutto un testimone dell'amore di Dio per i bisognosi, predicatore e taumaturgo. Era nato ad Aviano nel 1631 e fu ordinato prete nel 1655. L'imperatore Leopoldo I d'Asburgo lo volle come consigliere a Vienna. Morì nel 1699.
Altri santi. Sant'Ippolito e Ponziano, martiri (III sec.); san Giovanni Berchmans, gesuita (1599-1621).
Letture. 1Re 19,9.11-13; Sal 84; Rm 9,1-5; Mt 14,22-33.
Ambrosiano. 1Re 8,15-30; Sal 47; 1Cor 3,10-17; Mc 12,41-44.
© Riproduzione riservata