sabato 11 novembre 2017
Ciò che facciamo a chi è nel bisogno lo facciamo a Cristo, perché Dio vive nel cuore di coloro che sono lasciati ai margini. Come fece san Martino di Tours, un soldato dell'esercito romano che, incontrando sulla sua strada un mendicante ad Amiens, non esitò a donargli metà del suo mantello. Secondo la tradizione il giorno seguente Cristo gli apparve coperto con quello stesso mantello e così il futuro vescovo di Tours decise di farsi battezzare. Era nato in Pannonia (oggi Ungheria) tra il 316 e il 317 e aveva conosciuto la fede cristiana ma quando arrivò nelle Gallie non era ancora battezzato. Dopo aver lasciato l'esercito si recò da Ilario a Poitiers e venne ordinato prete: nel 361 fondò una comunità di asceti e nel 371 era vescovo di Tours. Morì nel 397.
Altri santi. San Menna del Sannio, eremita (VI sec.); san Bartolomeo il Giovane, abate (980-1055).
Letture. Rm 16,3-9.16.22-27; Sal 144; Lc 16,9-15.
Ambrosiano. Sir 50,1a-b (cfr.); 44,16a.17ab.19b-20a.21a.21d.23a-c; 45,3b.12a.7.15e-16; Sal 83; 1Tm 3,16-4,8; Mt 25,31-40 / Mc 16,9-16.
© Riproduzione riservata