domenica 3 dicembre 2017
L'incontro tra Dio e l'uomo è una realtà che il pensiero umano fatica a definire, è un'esperienza che sconvolge e stravolge l'orizzonte della storia così come la conosciamo e la percepiamo, è un orizzonte remoto eppure sempre presente nel quotidiano. Ed è questo messaggio provocatorio e destabilizzante che oggi ci consegna san Sofonia, profeta vissuto nel VII secolo prima di Cristo nel Regno di Giuda, al tempo del re Giosia. Il suo libro, composto di tre capitoli, si apre con una grande profezia: il giorno del Signore è vicino e sarà tremendo, ma porterà gioia e salvezza per il suo popolo, per chi cammina nella sua luce. È una profezia potente che invita ad aprire il cuore a Dio e a vivere come suoi testimoni “in mezzo ai popoli”, perché l'unica vera pace è quella che viene da lui.
Altri santi. Beato Giovanni Nepomuceno Tschiderer, vescovo (1777-1860); san Francesco Saverio, sacerdote (1506-1552).
Letture. I Domenica di Avvento. Is 63,16-17.19;64,2-7; Sal 79 1Cor 1,3-9: Mc 13,33-37.
Ambrosiano. IV Domenica di Avvento. Is 16,1-5; Sal 149; 1Ts 3,11-4, 2; Mc 1,1-11.
© Riproduzione riservata