domenica 3 dicembre 2017
Oggi, prima domenica d'Avvento, parte su Radio Vaticana Italia (diretta da Luca Collodi), "Il Vangelo dentro", una striscia quotidiana che vede protagonisti 11 detenuti della Sezione penale della Casa di Reclusione Rebibbia a Roma. La rubrica (a cura di Davide Dionisi), della durata di circa sei minuti, prevede la lettura e il commento del Vangelo del giorno. L'obiettivo è quello di contribuire a risolvere un grosso equivoco: non identificare, all'interno del carcere, la persona che abbiamo di fronte con l'errore che ha commesso.
Spesso la società tende a considerare i detenuti degli emarginati o, comunque, individui che vanno condannati senza considerarli persone oltre il proprio reato. Per loro, quindi, il carcere comincia molto prima della detenzione e non finisce certo nel momento in cui si riacquisisce la libertà. «Affinché la pena sia feconda, deve avere un orizzonte di speranza, altrimenti resta rinchiusa in se stessa ed è soltanto uno strumento di tortura», ha sottolineato Papa Francesco nel videomessaggio inviato al Centro di studenti universitari del Complesso penitenziario federale di Ezeiza, in Argentina.
"Il Vangelo dentro" vuole essere un contributo di pastorale carceraria, che si pone come obiettivo la diffusione della conoscenza di problematiche del carcere, con lo scopo di accrescere la sensibilità generale. Si può ascoltare il "Vangelo dentro" (ore: 09.50, 12.15, 16.45, 19.30; festivi: 09.54; 12.16 e 19.35) su 103.8FM e 105FM a Roma e provincia. In tutta Italia, sul canale tv 733 e sulla radio digitale DAB.
© Riproduzione riservata