mercoledì 22 gennaio 2003
Variazioni, entusiasmi, omissioni. "Il conclave cambia volto. Homini (sic! Ndr) novi dell'episcopato..." Così sabato, p.13 della "Stampa". Cambierà pure, il "conclave" - o meglio il "Collegio dei cardinali" - ma la grammatica latina no, e vuole "homines"! Inganna spesso, l'entusiasmo di chi crede di scoprire l'acqua - magari santa - calda. Anche quello, visto ieri, che mitizza Cuba. Appendice doppia. Sabato "Liberazione" (18 gennaio) - "Storie esemplari" - propone adorante "Il calendario cubano dello sport pulito: Lo sport a Cuba è una grande realtà... La rivoluzione ha introdotto il concetto di sport per tutti. Sui calendari sportivi i volti sono puliti, proprio come l'isola da cui provengono". Sarà vero, ma Malpelo ricorda gli osanna di un tempo non troppo lontano per lo sport in Urss, in Romania, in Germania Orientale. Poi sono venute fuori cose da pazzi. Cuba in ogni caso incanta. Ancora sabato sul "Manifesto" annuncio: "Protocollo tra Pcdi e Fidel... Il segretario del Partito comunista d'Italia, Oliviero Diliberto, è in procinto di volare a Cuba" per firmare, "unico tra i partiti europei, un protocollo d'intesa con il Partito comunista cubano". Ma questa "unicità" sarà un merito? Chiudiamo con l'omissione di "Liberazione", ancora sabato. Mezza pagina e grande foto per uno spettacolo teatrale su Giovanna d'Arco. Neppure una parola per ricordare che "la Pulzella d'Orléans" è una santa della Chiesa cattolica. La storia a modo loro: confina con la favola. Cuba? Una favola, come quella dell'Urss. Speriamo che finisca meglio...
© Riproduzione riservata