venerdì 3 novembre 2017
Era un cittadino senza reale cittadinanza, rifiutato dal padre aristocratico e vittima della sua identità “mista”: mezzo europeo, mezzo africano, abitante del Sud America. San Martino de Porres è un apostolo dell'incontro tra popoli e nazioni, un esempio di come il Vangelo sia una risorsa preziosa per gettare ponti tra culture diverse. Era nato nel 1579 a Lima da Juan de Porres, che venne poi nominato governatore di Panama e lasciò il figlio alla madre, una ex schiava di origine africana. Il suo desiderio era quello di entrare tra i Domenicani: accolto all'inizio solo come terziario perché mulatto, Martino dimostrò di saper vivere profondamente il carisma domenicano, diventando presto un ricercato consigliere per i “potenti”. Lui, però, preferiva dedicarsi ai poveri, ai malati, ai giovani, per i quali fondò un collegio. Morì nel 1639.
Altri santi. Santa Silvia, madre di san Gregorio Magno (VI sec.); beato Simone Ballacchi, domenicano (1240-1319).
Letture. Rm 9,1-5; Sal 147; Lc 14,1-6.
Ambrosiano. Ap 18,9-20; Sal 98; Gv 14,2-7.
© Riproduzione riservata