A spasso per Milano aiutando l'Africa
sabato 24 febbraio 2018
Aiutare gli altri dà dignità. Anche quando si è in difficoltà. Domani alle 15.30 i «Gatti Spiazzati», associazione di uomini e donne che vivono nei dormitori ambrosiani, invitano alla Camminata conviviale «Sant'Eustorgio e i Navigli di Milano» a favore del centro nutrizionale della Comunità di Sant'Egidio a Balaka, in Malawi. Aldo Scaiano, 66 anni, è un esodato che attende la pensione: per due anni ha trascorso le notti all'aeroporto di Linate, dimora di tanti clochard, mentre ora vive in una casa alloggio. È stato lui, un anno fa, ad avere l'idea delle camminate in città, insieme ad altri senza dimora che si ritrovano al Centro diurno Piazzetta. Spiega: «Alcuni di noi sono diventati vere guide, ci ha affiancato una docente d'arte. Abbiamo scritto un libro con diversi itinerari, ogni settimana accompagniamo almeno un gruppo di turisti. È un'occupazione che ci aiuta a spendere bene il tempo e ci ha restituito dignità». Domani il tour permetterà di ammirare la Cappella Portinari e le Colonne di San Lorenzo, osservare la Darsena e scoprire la storia dei Navigli, un tempo luogo di lavoro delle lavandaie milanesi, attraverso foto storiche e le poesie di Alda Merini. Infine, la chiesa di San Bernardino alle Monache, sede di Sant'Egidio. È proprio dall'amicizia con la Comunità che è nata l'idea di devolvere l'incasso di domani al progetto in Africa. Spiega Giovanni Serio, 69 anni, che vive nel dormitorio di via Saponaro: «È un modo per restituire l'aiuto che molti di noi hanno ricevuto sulla strada. Tutte le settimane partecipiamo alla preghiera a San Bernardino. Spendere tempo per aiutare altri è un modo per riprendere in mano la vita». (info.spiazzati@gmail.com)
© Riproduzione riservata