martedì 2 gennaio 2024
Sull'importanza di valorizzare la presenza dei diversi carismi nella Chiesa e di rafforzare il dialogo per l'unità dei cristiani l'intenzione di preghiera del Papa per il mese di gennaio
Francesco: nella Chiesa le differenze sono un dono

Non bisogna avere paura che nella Chiesa esistano carismi diversi. Al contrario «dobbiamo rallegrarci» di queste differenze. Lo sottolinea il Papa nel consueto video con cui annuncia e spiega l’intenzione di preghiera per questo mese di gennaio. E che recita così: «Per il dono della diversità nella Chiesa: preghiamo perché lo Spirito aiuti a riconoscere il dono dei diversi carismi dentro le comunità cristiane e a scoprire la ricchezza delle differenti tradizioni rituali in seno alla Chiesa Cattolica».
E a sottolineare la bellezza dell’unità che si può realizzare nelle differenze, il Pontefice richiama le prime comunità cristiane e le Chiese orientali alcune delle quali «hanno alcune tradizioni proprie, alcuni riti liturgici specifici, ma mantengono l’unità della fede. La rafforzano, non la dividono». Perché «se ci lasciamo guidare dallo Spirito Santo, la ricchezza, la varietà, la diversità non diventano mai motivo di conflitto». Di qui l’invito, nel mese in cui si celebra la Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani, a rafforzare l’impegno nel dialogo ecumenico.
Come noto l’intenzione mensile è un’iniziativa promossa dalla “Rete mondiale di preghiera del Papa”, opera pontificia fondata nel 1844 come Apostolato della Preghiera e oggi presente in 89 Paesi, interessando oltre 22 milioni di cattolici. Comprende il Movimento eucaristico giovanile ed è diretta da padre Frederic Fornos.

Qui il video del Papa con l’intenzione di preghiera.


© Riproduzione riservata
COMMENTA E CONDIVIDI