venerdì 8 settembre 2017
La situazione sanitaria rischia di sfuggire di controllo nella zona di Maiduguri: oltre 500 i contagi tra le persone sfuggire alle violenze dei jihadisti nel nord del Paese
Bimbi in un campo p'rofughi9 alle porte della città di Maiduguri

Bimbi in un campo p'rofughi9 alle porte della città di Maiduguri

Dopo gli attacchi, dopo le stragi e i rapimenti, ora l'emergenza nel nord della Nigeria si chiama colera. Almeno 28 persone sono morte nel nord della Nigeria a causa di un'epidemia di colera e decine di migliaia di sfollati in seguito alle violenze del gruppo estremista Boko Haram sono a rischio: lo ha reso noto l'Onu, secondo cui oltre 500 casi sospetti sono stati registrati dal mese scorso, quando è stato rilevato il primo.

L'arrivo di un gruppo0 di nuovi sfollati a Maiduguri, nel nord della Nigeria

L'arrivo di un gruppo0 di nuovi sfollati a Maiduguri, nel nord della Nigeria

La maggior parte dei casi sono stati registrati nel campo sfollati di Muna Garage dove vivono circa 20.000 persone alla periferia della città di Maiduguri, capitale dello Stato del Borno e da sempre considerata la prima roccaforte dei jihadisti di Boko Haram. In totale il conflitto scatenato dai miliziani ha costretto oltre un milione e 400mila persone ad abbandonare le proprie abitazioni nel Nord della Nigeria.

© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: