mercoledì 16 maggio 2018
Cinque gli assalitori: a bordo di una camionetta hanno forzato l'ingresso del commissariato di Riau, sull'isola di Sumatra. Armati di spade, quattro sono stati uccisi mentre un quinto si è arreso
Il mezzo usato per l'assalto di stamani a Riau, sull'isola di Sumatra (Ansa)

Il mezzo usato per l'assalto di stamani a Riau, sull'isola di Sumatra (Ansa)

Quattro uomini sono stati uccisi dalle forze dell'ordine mentre davano l'assalto a un commissariato nel nordovest dell'Indonesia. Nell'attacco un poliziotto è stato ucciso. Gli assalitori arrivati a bordo di un Suv hanno forzato l'ingresso del commissariato di Riau, sull'isola di Sumatra, prima di uscire dal veicolo e aggredire i poliziotti con le spade. «Quattro uomini sono stati abbattuti», ha detto Setyo Wasisto, portavoce della polizia, «un quinto è fuggito» ed è stato arrestato in un secondo momento.

L'addio a una delle vittime nell'attacco di domenica alle chiese cristiane a Surabaya (Ansa)

L'addio a una delle vittime nell'attacco di domenica alle chiese cristiane a Surabaya (Ansa)

Altri due agenti sono rimasti feriti in questo attacco, che arriva dopo una serie di attentati kamikaze negli ultimi giorni a Surabaya, seconda città dell'Indonesia nell'isola di Giava: tre chiese sono state assaltate, quindici le persone uccise. A colpire un gruppo familiare affiliato al Daesh. Stessa matrice anche l'attacco a una stazione di polizia, sempre a Surabaya lunedì, mentre un'altra famiglia si è fatta esplodere nella stessa città all'arrivo della polizia nell'abitazione in cui si confezionavano esplosivi: tre le vittime. L'assalto di oggi è stato rivendicato dal Daesh e sembra quindi collegato a quelli di domenica e lunedì.

© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: