mercoledì 31 maggio 2017
Costata oltre 3 miliardi di dollari: è il progetto infrastrutturale più importante dall'indipendenza del Paese, che l'8 agosto tornerà alle urne per le presidenziali
Uno dei treni cargo che faranno la spola dal porto di Mombasa a Nairobi (Ansa/Ap)

Uno dei treni cargo che faranno la spola dal porto di Mombasa a Nairobi (Ansa/Ap)

È stata inaugurata oggi in Kenya una nuova linea ferroviaria che collega la capitale Nairobi con la città portuale di Mombasa. Il presidente Uhuru Kenyatta – in vantaggio nei sondaggi per le elezioni del prossimo 8 agosto - ha detto che l'impresa, interamente finanziata dai cinesi, rappresenta un nuovo capitolo nella storia del Paese. La nuova ferrovia, dal costo di 3,2 miliardi di dollari, è il progetto infrastrutturale più importante dall'indipendenza del Kenya. In futuro la tratta, che ora copre 470 chilometri, potrebbe raggiungere il Sud Sudan, la Repubblica Democratica del Congo, il Ruanda, Burundi, Etiopia e tornare nell'Oceano Indiano.


Nel suo discorso di inaugurazione Kenyatta ha detto che non tollererà azioni di sabotaggio o vandalismo contro la ferrovia e ha evocato la pena capitale per i responsabili. "La presidenza mi dà il potere di varare delle leggi. Farò in modo che vengano impiccati Coloro che verranno trovati a compiere azioni di vandalismo delle infrastrutture”. Ieri la polizia ha arrestato tre uomini che stavano smantellando alcune sezioni della ferrovia: saranno accusati di sabotaggio economico.

© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: