Il Salone. Caravan e camper: a Parma c'è tanto da vedere


Ferdinando Sarno sabato 9 settembre 2017
Da oggi al 17 settembre le novità e il meglio di un settore in crescita. Il “Turismo in libertà” genera 2,9 miliardi di euro di fatturato e interessa 8,4 milioni di turisti
Caravan e camper: a Parma c'è tanto da vedere

Se i Motorshow e i Saloni delle auto in generale sembrano in crisi (non è un caso che al prossimo Salone di Francoforte, per esempio, saranno assenti parecchi costruttori), ce n’è uno che, nel suo piccolo, continua a crescere in barba alle formule più o meno vincenti e alla crisi in generale. Si tratta del Salone del Camper organizzato da Fiere di Parma, che si occupa del cosiddetto “Turismo in Libertà”. Un comparto per il quale parlano i numeri: in Italia, nel 2016, sono state 54,3 milioni le notti trascorse in camper, caravan e tenda, con 2,9 miliardi di euro di fatturato e 8,4 milioni di turisti interessati, con Veneto, Trentino Alto Adige, Lombardia, Toscana e Emilia Romagna, le mete, nell’ordine, preferite da quelli stranieri.

Piace anche ai turisti

Questo “turismo viaggiante” infatti appassiona molto anche chi arriva dall'estero: 4,3 milioni, provenienti principalmente da Germania, Olanda, Francia e Austria (per 26,7 milioni di notti), mentre sono stati 4,1 milioni gli italiani che hanno viaggiato nel Belpaese (per 27,6 milioni di notti) spendendo 1,5 miliardi di euro.
Un popolo soddisfatto quello degli stranieri in libertà: quasi un terzo di loro è stato in Italia almeno dieci volte. Nel complesso è attirato dalla qualità delle risorse naturali e storico-artistiche e dalla qualità della cucina e della ristorazione. Ecco perché c’è da crederci quando gli organizzatori del Salone del Camper – il taglio del nastro avverrà oggi, sabato 9 settembre, con chiusura il 17 settembre - prevedono la visita di oltre 130 mila camperisti e curiosi.

Vendite in crescita

I numeri del VI edizione del Rapporto Nazionale sul Turismo in Libertà in Camper e in Caravan di APC confermano il trend positivo del settore e l’articolazione della proposta espositiva del Salone. Nel 2016 gli autocaravan fabbricati in Italia sono aumentati rispetto all’anno precedente del 22% (in tutto 15.150) con 4.250 nuove immatricolazioni ( +13,7% vs 2015), per un settore che impiega oltre 5.500 persone e genera un fatturato annuo di 750 milioni, confermando il nostro Paese tra i migliori produttori europei. Il 77% della produzione italiana finisce all’estero, con 13mila mezzi esportati nel 2016. E il 2017 non sembra essere da meno, dato che nel primo semestre le vendite di autocaravan nuovi sono in aumento (+14,5% rispetto al primo trimestre 2016) registrando una crescita percentuale perfettamente allineata con gli incrementi dei principali Paesi europei

La kermesse, organizzata da Fiere di Parma e APC (Associazione Produttori Caravan e Camper) si svolge su 120 mila metri quadrati complessivi che ospitano l’eccellenza della produzione italiana e internazionale con circa 700 modelli, mezzi contemporanei, con alti contenuti di design, tecnologicamente evoluti ma alla portata praticamente di tutti gli appassionati. Grazie, infatti, a nuovi modelli entry level e a finanziamenti personalizzati a tasso zero in molti potranno uscire dal Salone con un camper nuovo.

Cosa c'è da vedere

Leader indiscusso in questo settore è sicuramente il Fiat Ducato che, nell’occasione, verrà presentato anche nella versione 4x4 Expedition 2017. Spazio alle mini caravan come Tommy Turtle, il tear drop italiano di scuola americana mentre la gamma di caravan di grande successo della Hymer GmbH & Co. KG, la ERIBA Touring, sarà presente con un prodotto speciale realizzato per festeggiare il 60esimo compleanno dell’azienda. In primo piano anche il Fiat Doblò trasformato dalla Olmedo in un mini-camper: dalla vettura a cinque posti in pochi secondi si ricava una cuccetta per coppie. Grande curiosità, infine, per il Multivan Bulli 70 di Volkswagen, che richiama il mitico Bulli icona del Flower Power, che quest’anno compie 70 anni, ed il California Beach 2,0 TDI 150cv 4MOTION utilizzato nell’ultima avventura del noto programma televisivo Overland. La novità assoluta del format 2017, invece, sarà l’area dedicata alla tenda: ottima idea, questa, perché è risaputo che ai camperisti, di tanto in tanto, piace anche dormire in tenda.



© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: