venerdì 24 novembre 2017
Auto da famiglia, ma a suo agio anche in fuoristrada: la prima vettura di questa categoria prodotta dal marchio coreano piace esteticamente. Ed è piacevole da guidare
Hyundai, quando il Suv compatto diventa una i-Kona

Bella, aggressiva, passaruota che staccano col resto della carrozzeria, maniglioni sul tetto, colori vivaci, abitabilità ottima e qualità degli interni da toccare con mano. Non c'è dubbio che il primo SUV compatto della Hyundai sia di quelli che colpiscono. E poi il nome, Kona, che a molti non dice niente ma che ricorda le Hawaii, il sole, il mare e tanta natura selvaggia in cui immergersi scappando dal grigiore della città. Il tutto mixato in una vettura che ha i numeri per impressionare davvero.

Tanto per cominciare, gli ingombri: siamo attorno ai 4 metri e 16, ovvero una misura ottimale per le cittadine, dove gli spazi sono ridotti e parcheggiare è un problema. Merito della nuova piattaforma usata da Hyundai per questo primo modello, che poi verrà seguito nel tempo da altri lanci interessanti. Ma oltre alle misure, qui siamo di fronte anche a un dinamismo diverso, da vettura più che da SUV nel senso lato. O meglio, da crossover.

Kona è la prima auto per una famiglia che non può permettersi di averne due, una cittadina e una da diporto. E' un fuoristrada, perché è alta da terra e con la versione 4WD può pure permettersi di affrontare quasi ogni terreno, ma è anche un monovolume perché ha la praticità tipica di queste versioni. Quindi “tre in una” con uno stile molto particolare, studiato in California dopo che il centro studi locale ha vinto la sfida interna di Hyundai per lanciare questo modello.

Al momento sono disponibili due motori a benzina, un classico 3 cilindri turbo da 120 cavalli da 1 litro di cilindrata e un 1600 da 177 CV che può essere abbinato alla trazione integrale. Naturalmente la versione con più potenza e coppia diverte di più. Ma anche la versione da un litro con i suoi 120 cavalli non è male, specie se l'uso è tipicamente urbano e poco oltre, anche se sui lunghi percorsi regge bene il passo. Angolo di sterzo buono, specie nelle curve strette, dinamismo onesto, da macchina che avvisa e conforta, niente di anomalo. La versione 4WD ha pure le sospensioni multilink sul posteriore, che garantisce oltre al confort anche una buona tenuta. In futuro, giugno 2018, arriva pure il diesel (due potenze previste, 115 e 136 cavalli). In futuro poi è prevista anche l'opzione elettrica.

Naturalmente non mancano gli ultimi adattamenti in fatto di connessione web, con il caricatore di batteria wireless per il cellulare, l'head up display (ovvero la proiezione dei dati sul parabrezza), navigatore e schermi touch da 8 pollici, impianto sound da 360 Watt della Krell, avviso di stanchezza del conducente e via di questo passo. Si parte con 4 allestimenti, il base si chiama classic, poi confort, Xpossible e Style, con motore 1 litro 120 cavalli a 18.450 euro che però fino al 31 dicembre con offerta lancio diventano 14.950 euro, scontoapplicato a tutta la gamma.

© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: