giovedì 12 luglio 2018
Sessanta persone verranno assunte a tempo indeterminato tra Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Lazio, Abruzzo e Campania
Opportunità nel settore chimico-farmaceutico

Antal Italy ricerca 60 persone che verranno assunte a tempo indeterminato nel settore chimico farmaceutico. Nel dettaglio, i profili ricercati sono: Buyer Senior Validation Engineer, Validation Manager, Qa Validation Engineer, Plant Manager, Quality Assurance Manager, Quality Control Manager, Quality Supplier Manager, Regolatory Manager, Regolatory Specialist, Area Sales Manager Far East, Analytical Developer, R&D Specialist, Quality Assurance Specialist, Maintenance Manager, Engineering Manager di plant, Project Engineer, Glp Quality Assurance Deputy, Production Manager, Rspp, Head of Hse, Convalida metodi analitici, Sviluppo metodi analitici, Addetto servizi tecnici di stabilimento, Csv (Computer System Validation).

«Il mercato farmaceutico in Italia ha chiuso in crescita il 2017 raggiungendo un fatturato totale di 21,2 miliardi di euro, +2,9% rispetto al 2016. Il trend resta dunque positivo, con una conferma di crescita dei volumi - afferma Laura Carbone, Team Manager Technical & Scientific Division Life Science, Chemical and Food di Antal Italy -. Si può certamente affermare che per il settore farmaceutico italiano ci sono tutti i presupposti per migliorare ulteriormente le proprie performance con ricadute positive non solo rispetto ai bilanci delle proprie aziende ma anche riguardo il numero degli addetti, che potrebbe superare quota 135mila, compreso l’indotto, oltre che i livelli degli investimenti in produzione e ricerca e sviluppo».

Zone di lavoro: Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Lazio, Abruzzo e Campania.

Reddito annuo lordo a seconda della posizione offerta: da 35mila a 120mila euro.

Per candidarsi inviare il proprio cv a: Lcarbone@antal.com indicando la posizione nell’oggetto della mail e citando il Rif. “CS60”.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito www.antal.com oppure la pagina Facebook wwww.facebook.com/antalitaly.

© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: