martedì 27 febbraio 2018
Dall’occupabilità over 50 alla formazione professionale, dalle competenze digitali al rinnovamento della scuola e dell’Università, dall’occupazione femminile ai Neet e al sommerso
Campagna di sensibilizzazione sui temi del lavoro

Sono sette i temi che dovrebbero porre il lavoro al centro dell’attenzione e che The Adecco Group, gruppo leader nella gestione delle risorse umane a livello globale, ha scelto di affrontare in modo concreto, ma al contempo sarcastico, sulle pagine dei principali quotidiani italiani, outdoor e online attraverso un progetto di comunicazione civica che si rivolge direttamente agli italiani per ribadire quali sono i temi essenziali per la sostenibilità del Paese.

I sette temi, sostenuti da The Adecco Group, suggeriscono una riflessione e una soluzione su argomenti quali l’occupabilità over 50, la formazione professionale, le competenze digitali, il rinnovamento della scuola e dell’università, l’occupazione femminile, i Neet e il lavoro nero e irregolare.
Ognuno di questi temi viene approfondito su una sezione dedicata di MorningFuture.com, l’iniziativa editoriale online di The Adecco Group Italia, nata per condividere chiavi di lettura e aprire le porte al futuro di una società che evolve, tra i suoi contrasti e le sue fughe in avanti.

Andrea Malacrida, ceo di The Adecco Group Italia, ha commentato: «In Italia il sotto utilizzo del capitale umano femminile vale 88 miliardi l’anno. Un disoccupato over 50 ci mette in media più di due anni a trovare un nuovo lavoro. Il 73% degli universitari del nostro Paese non sa cosa sia l'industria 4.0, l’85% circa non ha mai sentito parlare di blockchain e solo il 6% sa definire cosa sia il cloud computing, mentre per più del 70% dei direttori risorse umane le competenze digitali sono fondamentali. È necessario lavorare per introdurre incentivi per favorire il reskilling dei lavoratori più maturi, promuovere una grande campagna sulle competenze digitali per colmare i gap di competenza, introdurre incentivi e accompagnamento formativo per gli over 50 che avviano un percorso di riqualificazione finalizzato a nuove professioni o verso l’autoimprenditorialità. Queste sono solo alcune delle idee e delle azioni per fare dell’Italia un better place to work».

© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: