Francia. Morto il grande mariologo René Laurentin


Andrea Galli lunedì 11 settembre 2017
Aveva 99 anni. Massimo esperto di Lourdes, era stato perito al Concilio Vaticano II. Sterminata la sua bibliografia
Il mariologo René Laurentin

Il mariologo René Laurentin

Era considerato uno dei più grandi mariologi del ‘900, René Laurentin, morto ieri in Francia alla veneranda età di 99 anni. Sicuramente è stato il più noto nel post-Concilio, grazie a una mole di studi e libri che da soli riempirebbero una biblioteca.

Sulle apparizioni di Lourdes in particolare svolse un lavoro di documentazione monumentale, ma il suo sguardo abbracciò 2.000 anni di storia della Chiesa e di teologia, vedasi il Dizionario delle «apparizioni» della vergine Maria (versione italiana Edizioni Art, 2010) compilato insieme a Patrick Sbalchiero.

Nato a Tours, in Francia, il 19 ottobre 1917, figlio di un architetto, Laurentin entrò nel Seminario dell’Institute Catholique di Parigi nel 1934, ma dovette interrompere i suoi studi allo scoppio della guerra. Nel 1940 fu catturato in Belgio dai tedeschi e rimase cinque anni nel campo di prigionia di Oflag in Germania. Fu ordinato sacerdote solo nel dicembre 1946, conseguendo poi un dottorato in lettere alla Sorbona di Parigi e nel 1953 uno in teologia, su san Tommaso, all’Institute Catholique.


Dedicatosi subito alla mariologia, nel 1955, a soli 38 anni, fu nominato membro della Pontificia Accademia Mariana Internazionale. Fu poi perito al Concilio Vaticano II e a a lui è attribuito un ruolo da protagonista nella stesura della parte sulla Vergine Maria della Costituzione dogmatica Lumen Gentium. Da Roma, durante i lavori conciliari, scrisse anche articoli di cronaca ecclesiale per Le Figaro (anche sua sorella Ménie fu una celebre giornalista).


L’attività intensissima di Laurentin non mancò anche di suscitare polemiche, per esempio per le sue pubblicazioni degli anni ’80 su Medjugorje o sul caso Vassula Ryden.

Lascia in eredità un’opera amplissima, di grande importanza non solo per lo studio delle mariofanie ma anche sulla storia della spiritualità mariana e per l'approfondimento teologico della mistero della Vergine.

© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: