Quirinale. Mattarella, le reazioni delle associazioni cattoliche


sabato 31 gennaio 2015
Sono molte le associazioni cattoliche che hanno voluto rivolgere auguri al nuovo presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Qui di seguito alcuni dei tanti messaggi. Acli: prosegua sul percorso delle riforme"La presidenza nazionale delle Acli esprime la sua soddisfazione e le più vive congratulazioni per l’elezione di Sergio Mattarella alla Presidenza della Repubblica”, ha affermato Gianni Bottalico, presidente nazionale delle Acli. “Il Capo dello Stato, nel nostro sistema costituzionale, è il simbolo dell’unità nazionale, e si trova allo snodo delle principali funzioni istituzionali: una personalità come quella di Mattarella, per la sua formazione e per il suo lungo servizio nelle istituzioni, rappresenta per il Paese una garanzia che la prosecuzione del percorso delle riforme avvenga nel pieno rispetto del quadro inderogabile dei diritti e delle garanzie delineati dalla Costituzione. Le Acli condividono con il nuovo Capo dello Stato la medesima cultura politica del cattolicesimo democratico e politico, del popolarismo in particolare, che nella persona di Mattarella continua ad offrire preziose energie per la vita della nostra democrazia. In questa cultura politica – conclude il presidente Acli Bottalico - temi come dignità del lavoro, contrasto alla povertà, impegno per la riduzione delle disuguaglianze, legalità, pace e ripudio della guerra costituiscono delle parole irrinunciabili. Siamo certi che saranno anche quelle che più caratterizzeranno questo nuovo settennato al Quirinale”. Mcl: segno di unità“L'elezione del Presidente della Repubblica è uno dei momenti più importanti per la vita della nazione e l'elezione di Sergio Mattarella, avvenuta con larga maggioranza, è un importante segno di unità per il nostro popolo”: così Carlo Costalli, presidente del Movimento Cristiano Lavoratori (Mcl), ha "espresso grande soddisfazione per l'elezione del Presidente Mattarella”. “Una cultura cattolico-popolare sarà garanzia per un'attenzione particolare alla dignità delle persone e del lavoro, ai problemi e bisogni della nazione, senza partigianeria, ma con un carico di speranza di cui il Paese ha tanto bisogno”, ha concluso Costalli esprimendo al neo-Presidente della Repubblica gli auguri di buon lavoro a nome di tutto il Movimento. Scienza&Vita: arbitro autorevole e di garanzia “Plaudiamo con soddisfazione all’elezione di Sergio Mattarella, nuovo Presidente della Repubblica Italiana”, commenta Paola Ricci Sindoni, Presidente nazionale dell’Associazione Scienza & Vita. “La sua grande e riconosciuta competenza istituzionale, la sua integrità di uomo e di cattolico cresciuto nelle fila dell’associazionismo, il suo lungo impegno in tanti anni della Storia repubblicana nel ricoprire incarichi pubblici di prestigio e responsabilità, il suo fermo contrasto alla criminalità mafiosa lo rendono di sicuro arbitro autorevole e di garanzia nel condurre la politica al suo alto compito di responsabilità pubblica e di crescita morale”.Fnp-Cisl: uomo di rigore “A nome mio e della Federazione Nazionale dei Pensionati della Cisl desidero esprimere le felicitazioni e gli auguri al neo Presidente della Repubblica Mattarella”. Con queste parole il segretario generale della Cisl Pensionati, Gigi Bonfanti, saluta l’elezione di Sergio Mattarella alla più alta carica dello Stato. “Sale al Quirinale un servitore dello Stato che ha combattuto con fermezza la criminalità organizzata. La sua rigorosa onestà, insieme alla profonda competenza ed esperienza – conclude Bonfanti - gli permetteranno di svolgere in modo integerrimo il compito importante di garante delle istituzioni e di unità nazionale al quale è stato chiamato”. Il Custode del Sacro Convento di Assisi "Auguri Presidente Mattarella, uomo dallo stile francescano che guiderà il Paese con autorevolezza e responsabilità": queste le parole di padre Mauro Gambetti, custode del Sacro Convento di Assisi rese note dal direttore della Sala Stampa, padre Enzo Fortunato. "Assicuriamo la preghiera a San Francesco affinchè lei possa sostenere e capire le esigenze del popolo italiano e delle giovani generazioni. Siamo sicuri che la sua professionalità sia capace di ridare fiducia al Paese nei confronti della politica e delle istituzioni ". Forum Terzo settore: figura rigorosa e imparziale"Mattarella è una figura rigorosa e imparziale, di alto profilo istituzionale". È quanto afferma Pietro Barbieri, portavoce del Forum Nazionale del Terzo Settore formulando i migliori auguri al neoeletto Presidente della Repubblica. "Uomo del Sud, ministro in cinque governi, attualmente giudice della Corte Costituzionale, Mattarella è una figura rigorosa e imparziale, di alto profilo istituzionale".

 

"Esprimiamo la nostra piena soddisfazione per l'elezione di SergioMattarella alla Presidenza della Repubblica. Il neo Presidente -sottolinea Barbieri - è chiamato oggi a interpretare un ruolo delicatoper il nostro Paese: siamo convinti e fiduciosi che saprà incarnare almeglio i valori di correttezza, dirittura morale, competenza, coraggioe senso di responsabilità, di cui ha dato diverse prove nella sua vitae carriera e di cui il nostro Paese, in questo momento storico, sentepiù che mai il bisogno e la necessità". Comunità di Sant'Egidio: attento ai temi sociali"La Comunità di Sant’Egidio si felicita per l’elezione di Sergio Mattarella a Presidente della Repubblica. Eletto con un’ampia maggioranza del Parlamento, saprà senz’altro offrire tutta la sua esperienza politica e la sua ricca formazione al servizio dell’unità del Paese, che in questo momento di crisi economica si rivela come uno dei compiti più importanti e impegnativi. Siamo certi che il nuovo Capo dello Stato saprà essere attento ai temi sociali emergenti, come la necessità di favorire l’integrazione, e costruire ponti tra il centro e le periferie del nostro Paese. Sicura che il Presidente saprà far crescere il valore della solidarietà nella società italiana e a livello internazionale, la Comunità di Sant’Egidio gli augura buon lavoro al servizio di tutti".L'Unitalsi: impegno per la fasce deboli “Un sincero augurio di buon lavoro al neo presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella a nome mio e di tutta l’Unitalsi. In questi momenti di grave crisi economica c’è il bisogno, da parte delle massime istituzioni Italiane, di un rinnovato impegno a favore delle fasce deboli del nostro Paese con particolare attenzione ai malati e alle persone disabili”. E’ quanto dichiara Salvatore Pagliuca, presidente nazionale Unitalsi in merito all’elezione di Sergio Mattarella a Presidente della Repubblica Italiana. “Un’attenzione prevista dalla Costituzione italiana – aggiunge Pagliuca – che sono sicuro troverà un forte sostegno nel presidente Mattarella in virtù anche della sua storia personale e politica”. 
© Riproduzione riservata

ARGOMENTI:

Chiesa

Giuseppe Anzani
Chi confonde misericordia con indulgenza, e pensa che sia una specie di melassa che tutto rimedia chiudendo un occhio e pareggiando il bene e il male, rilegga oggi le parole che il papa Francesco