ARCIDIOCESI DI MILANO. Il cardinale Martini grave La preghiera di Scola


giovedì 30 agosto 2012
​Un comunicato dell'arcidiocesi di Milano informa che le "condizioni del cardinale Carlo Maria Martini si sono particolarmente aggravate". Il cardinale Angelo Scola, si legge nella nota, "raccomanda a tutti i fedeli della diocesi e a quanti l'hanno caro speciali preghiere, espressioni di affetto e di vicinanza in questo delicato momento".
Un comunicato dell'arcidiocesi di Milano nella serata di oggi ha informato che le "condizioni del cardinale Carlo Maria Martini si sono particolarmente aggravate". Il cardinale Angelo Scola, si legge nella nota, "raccomanda a tutti i fedeli della diocesi e a quanti l'hanno caro speciali preghiere, espressioni di affetto e di vicinanza in questo delicato momento".Il cardinale Martini, arcivescovo di Milano tra la fine del 1979 e il 2002, ha compiuto 85 anni il 15 febbraio scorso. Dopo un lungo periodo in Terra Santa, nel 2008 è rientrato in Italia, per curare la malattia da cui è affetto, e da allora risiede all'Aloisianum di Gallarate. Il 2 giugno scorso il colloquio in forma privata, nella sede dell'arcivescovado ambrosiano, con Benedetto XVI, a Milano per l'Incontro mondiale delle famiglie.
© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: