venerdì 12 settembre 2014
Alla guida del Movimento dal 2008 ha accettato la nomina per continuare il lavoro svolto.
Maria Voce è stata rieletta con due terzi dei voti presidente del Movimento dei Focolari per un secondo mandato. Ha accettato di proseguire in questo gravoso compito all'età di 77 anni perchè convinta che "in quest'assemblea è in azione lo Spirito Santo". "Come faccio - ha confidato ai 500 delegati - a dire di no a Lui? Non è possibile! È lo Spirito Santo che si è espresso e che continuerà ad aiutarci in questo cammino che abbiamo cominciato insieme e che continueremo insieme, tutti, nessuno escluso". Nata ad Aiello Calabro, Cosenza, il 16 luglio 1937, Maria Voce è stata la prima presidente eletta dopo la morte di Chiara Lubich. Ha conosciuto il Movimento dei Focolari nel 1959. Laureata in giurisprudenza, ha compiuto poi studi di teologia e di diritto canonico. Responsabile del Movimento in Turchia dal 1978 al 1988, ha mantenuto stretti rapporti con il Patriarcato ortodosso di Costantinopoli, con leader di altre Chiese Cristiane e con il mondo musulmano. Ha affiancato Chiara Lubich nel lavoro di aggiornamento degli Statuti generali. È consultrice del Pontificio Consiglio per i Laici e di quello per la Promozione della Nuova Evangelizzazione. L'assemblea internazionale dei Focolari composta da quasi 500 delegati giunti dai cinque continenti ha raggiunto in un clima di collaborazione fattiva un risultato votato dalla maggioranza qualificata di due terzi degli aventi diritto al voto. Terminate le prime tre votazioni, dopo un intenso colloquio in plenaria - infatti - la quarta votazione ha registrato il convergere delle opinioni dei presenti sulla figura della presidente uscente un risultato raggiunto in un clima di condivisione e comunione. Maria Voce ha accettato la nomina, confermata in tempo reale dal cardinale Stanislaw Rylko, presidente del Pontificio consiglio per i laici, come previsto dagli Statuti dei Focolari. Ringraziando per l'elezione, Maria Voce ha sottolineato l'importanza del lavoro comune per continuare quanto intrapreso nel primo sessennio, nello spirito di una comunione reale, che è il carattere distintivo dell'agire e dello stile di tutto il Movimento e quindi anche della sua dirigenza. L'Assemblea procederà ora alle votazioni per l'elezione del copresidente e già lunedi; verranno votati ed eletti i membri del Consiglio Centrale dei Focolari.
© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: