mercoledì 11 settembre 2019
L’ingegnere spagnolo Pablo Martin, che da 2 anni non riesce a vedere le proprie figlie, ha raccontato a Francesco di essere riuscito nell'impresa grazie anche alla protezione della Madonna di Lourdes
Il padre separato dopo 2.300 chilometri a piedi ha salutato il Papa
COMMENTA E CONDIVIDI

Pablo Martin, il padre separato che ha percorso a piedi oltre 2.300 chilometri, da Santiago de Compostela a Roma, per incontrare papa Francesco, ce l’ha fatta.

Stamattina, al termine dell’udienza generale in piazza San Pietro, ha avuto modo di scambiare qualche battuta con il Pontefice. Gli ha spiegato i motivi del suo gesto e gli ha consegnato una busta con centinaia di lettere. Quelle affidate a Pablo da altri padri separati che, lungo le strade di Spagna, Francia e Italia, hanno scoperto il singolare pellegrinaggio.

L’ingegnere spagnolo, che da due anni non riesce a vedere le proprie figlie – due gemelline di dieci anni – ha raccontato al Papa di essere riuscito nella sua impresa grazie anche a una protezione speciale, quella della Madonna di Lourdes. Lungo il tragitto ha deciso infatti di fare una "piccola deviazione" verso il santuario mariano. "Ho pregato per la mia famiglia e per tutti i genitori che, come me, sono stati privati del diritto-dovere di educare i propri figli".

Una piaga purtroppo frequente in tutta l'Europa occidentale e a cui le legislazione non sembrano riuscire a trovare rimedio. "Alla Madonna - ha aggiunto Pablo - ho chiesto anche la forza di portare a termine il mio pellegrinaggio. Con la deviazione fino a Lourdes i chilometri percorsi dal 4 luglio a oggi sono stati infatti puù di tremila".

© Riproduzione riservata
COMMENTA E CONDIVIDI