venerdì 7 luglio 2017
Da novembre nell'ateneo un corso in inglese per formare nell’ambito delle relazioni internazionali e dei grandi eventi culturali. Il direttore Eugeni: formiamo esperti di comunicazione globale
A Roma la prima edizione del master in Cultural Diplomacy

Qui si formeranno le figure più specializzate nell'ambito della diplomazia e dei grandi eventi culturali. Per la prima volta Roma, e l'università Cattolica nello specifico, ospiterà da novembre un corso post laurea di questo tipo. Un programma innovativo interamente in lingua inglese, una faculty internazionale per la formazione di carriere nell’ambito delle relazioni internazionali, creazione di grandi eventi culturali, nonché nello sviluppo di strategie di branding che rappresentano la nuova frontiera della reputazione globale. Questa appunto l’offerta formativa della prima edizione del Master di I livello in Cultural Diplomacy: Arts and media for international relations and global communication, promosso dall’Alta scuola in media, comunicazione e spettacolo (Almed) dell’università Cattolica del Sacro Cuore con il sostegno didattico e scientifico dell’Alta scuola di economia e relazioni internazionali (Aseri) dello stesso ateneo.

Studenti in aula durante una lezione

Studenti in aula durante una lezione


«Il master affronta in modo innovativo i temi legati alla diplomazia culturale, alla public diplomacy, alla diplomazia digitale e alla comunicazione globale – dichiara il professor Ruggero Eugeni, direttore scientifico del master - per permettere agli studenti di poter acquisire le competenze in chiave strategica e poter operare sia nel pubblico che nel privato». Come parte integrante del programma gli studenti avranno l’opportunità di visitare musei, istituzioni culturali e headquarters di organizzazioni pubbliche e private italiane e internazionali. Al termine del percorso formativo è previsto un periodo di internship al termine del quale gli studenti dovranno presentare un portfolio che evidenzi gli obiettivi raggiunti.

«Città, musei, arti visive, musica, sport, mega eventi e social media rappresentano la nuova frontiera della reputazione globale – dichiara Federica Olivares, direttore e ideatore del programma formativo - Il nuovo master forma professionisti per carriere nel campo delle relazioni internazionali, della creazione di grandi eventi di arte e cultura, nonché per le strategie di branding di Paesi, città, imprese multinazionali». Il master è partner di Associazione diplomatici, Ong partner ufficiale delle Nazioni Unite, con lo status consultivo nel Consiglio economico e Sociale (Ecosoc) dell’Onu.

Per maggiori informazioni:
http://almed.unicatt.it/almed-cultural-diplomacy-arts-and-media-for-international-relations-and-global-scheda-di-presentazione.




© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: