Calcio. La Fifa licenzia il suo segretario Valcke


Luca Collivignarelli mercoledì 13 gennaio 2016
​La decisione è stata presa dal Comitato di emergenza senza dare spiegazioni. Su di lui un'inchiesta interna per presunte tangenti; era già stato sospeso. Al suo posto Kattner.
Il francese Jerome Valcke, segretario generale della Fifa dal 2007, è stato licenziato con effetto immediato. Valcke, responsabile tra l’altro della tempistica degli ultimi due Mondiali di calcio in Sudafrica e Brasile, era uno degli uomini più influenti nella Federazione internazionale di calcio. La decisione è stata presa dal Comitato di emergenza dell’organizzazione lo scorso 9 gennaio ma è stata resa nota solo oggi con un comunicato che non contiene motivazioni. Valcke, in seguito alle inchieste legate allo scandalo Fifa scoppiato a maggio 2015, in ottobre era stato sospeso per 90 giorni (insieme a Blatter, Platini e Makudi), prorogati di ulteriori 45 la settimana scorsa. Il 7 gennaio la camera arbitrale del Comitato etico della Fifa ha iniziato contro di lui un procedimento formale, proponendone anche una squalifica di 9 anni; fra le accuse, respinte dall’interessato, vi è quella di avere pagato 10 milioni di dollari nel 2008 a Jack Warner, all'epoca presidente della Concacaf (Confederation of North, Central American and Caribbean Association Football) come tangente in cambio del voto a favore del Sudafrica per i Mondiali del 2010. La carica di segretario generale della Federazione internazionale calcio è stata temporaneamente rilevata da Markus Kattner.
© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: