Una famiglia povera e una bimba malata
domenica 12 luglio 2020
Ci scrive un parroco di una grande città del Centro Italia, chiedendo un sostegno per una giovane famiglia della sua comunità che sta attraversando un momento particolarmente duro. Il marito ha 33 anni, la moglie 31 e insieme hanno messo al mondo due bambine. Il lavoro, prima precario, oggi è inesistente. C'è da pensare alle bimba più piccola, che ha 18 mesi ed è afflitta da una grave bronchiolite acuta – spiega il parroco nella sua lettera –, contratta nelle prime settimane di vita. Stella è stata ricoverata a lungo ed è ancora in cura. Alle preoccupazioni per la salute della secondogenita si aggiunge la mancanza di denaro. La parrocchia aiuta con pacchi alimentari, un benefattore ha consentito di pagare alcune rate di affitto, ma la povertà è comune nella zona. «Speriamo di poter contare in un vostro possibile contributo», scrive sommessamente il sacerdote. I lettori possono offrire un po' di serenità a questa giovane famiglia, con un piccolo aiuto sul ccp 15596208 intestato ad Avvenire, "La voce di chi non ha voce", Piazza Carbonari 3, Milano. Gli assegni devono essere intestati ad Avvenire, "La voce di chi non ha voce". Si può anche effettuare un bonifico a favore di Avvenire, "La voce di chi non ha voce", conto n. 12201 Banca Popolare di Milano, ag. 26, cod. IBAN IT 65 P0558401626000000012201.
© Riproduzione riservata
COMMENTA E CONDIVIDI