sabato 16 dicembre 2017
«Nessuno guarda i più poveri, i più deboli», ha detto il Pontefice, invitando i giovani a essere «buoni fotografi» di quello che ha fatto Gesù. Gli auguri per l'81esimo compleanno
Papa Francesco in un momento dell'incontro con i ragazzi dell'Azione cattolica

Papa Francesco in un momento dell'incontro con i ragazzi dell'Azione cattolica

"Tante volte ci sono persone dimenticate: nessuno le guarda, nessuno vuole vederle; sono i più poveri, i più deboli, relegati ai margini della società perché considerati come un problema". Lo ha detto il Papa ai ragazzi dell'Azione cattolica (Acr), raccomandando loro di essere "buoni 'fotografi' sia - ha detto - di quello che ha fatto Gesù sia della realtà che vi circonda, avendo occhi attenti e vigili".

LE PAROLE DEL PAPA

Papa Francesco ha anche apprezzato gli incontri che, ha detto, "state facendo con i 'nonni' dell'Associazione, questa è una cosa molto bella e importante, perché gli anziani sono la memoria storica di ogni comunità, un patrimonio di saggezza". Dopo aver invitato i ragazzi a chiedersi "a chi do io più attenzione?", il Papa ha spiegato: "Ecco quali sono le vostre periferie, provate a fissare l'obiettivo sui compagni e sulle persone che nessuno vede mai e osate fare il primo passo per incontrarle, donare loro un po' del vostro tempo, un sorriso, un gesto di tenerezza".

A proposito dello sguardo da avere nei confronti degli scartati dalla società, papa Francesco ha condannato "quel guardare dall'altra parte" tipico di quando facciamo "finta di non vedere".

L'udienza dei ragazzi di Azione cattolica per lo scambio di auguri di Natale, è caduta alla vigilia del compleanno del Papa, che domani, domenica 17, compirà 81 anni: "Nella tua terra - ha così detto una delle bimbe incaricata dei saluti al Pontefice - fare gli auguri in anticipo non va bene, ma non vogliamo dimenticare il tuo compleanno, e ti assicuriamo che domani una preghiera speciale sia proprio per te. Buon Natale, papa Francesco".

Tra i doni di Acr al Papa, anche un contributo per i rifugiati di Erbil, in Iraq e, ha spiegato la piccola, "qualche aiuto per le persone che il tuo elemosiniere aiuta".

IL VIDEO

© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: