mercoledì 11 luglio 2018
L'ente britannico per la protezione dei dati personali ha annunciato che intende imporre al social network una sanzione di 500mila sterline per la mancata protezione dei dati degli utenti
Scandalo dati Cambridge Analytica, maxi-multa a Facebook

L'ente britannico per la protezione dei dati personali, cioè l'Information Commissioner's Office (Ico), ha annunciato che intende imporre a Facebook una multa di 500mila sterline, pari a 565mila euro, per la mancata protezione dei dati degli utenti nel caso Cambridge Analytica, in cui i dati di milioni di utenti sono stati usati a loro insaputa. L'annuncio giunge nell'ambito dell'indagine aperta dall'Ico per accertare se sia stato fatto un uso scorretto di informazioni personali nell'ambito della campagna per il referendum sulla Brexit di giugno 2016.

La società britannica Cambridge Analytica è accusata di avere raccolto e sfruttato senza consenso i dati personali degli utenti a fini politici, in particolare per far vincere la Brexit nel Regno Unito e Donald Trump alle presidenziali Usa del 2016. L'Ico precisa che Facebook ha la possibilità di rispondere alla messa in mora prima che venga presa una decisione finale. Erin Egan di Facebook ha fatto sapere che il gruppo "esamina" le conclusioni dell'Ico e che risponderà "presto".

© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: