mercoledì 31 ottobre 2018
Dal 6 all’8 novembre presso la Mostra d’Oltremare si terrà la XIX edizione del Salone delle Opportunità. Ingresso gratuito su prenotazione
Al via Orientasud

Quali sono i progetti per la formazione e l’inserimento lavorativo nel nostro Paese? E nel Mezzogiorno? Come faccio a trovare uno stage in Italia o all’estero? Come orientarmi per scegliere un percorso di studi che mi renda occupabile? A queste e ad altre domande risponderanno gli esperti riuniti a Napoli in occasione di Orientasud. Un giovane su tre in Italia è occupato in settori non in linea con il proprio percorso di studi. Il 18% dei diplomati fra i 20 e i 24 anni è sovraistruito, così come il 28% di laureati fra i 25 ed i 34 anni. Il numero dei Neet, ovvero chi non è impegnato in un percorso di studi, di lavoro o di formazione, si conferma a giugno di quasi tre milioni di persone. A questo si aggiungono le ultime rilevazioni Istat che parlano di una disoccupazione giovanile al 31,6% con punte di oltre il 40% in alcune aree del Sud. Sono questi i dati da cui parte la XIX edizione di Orientasud, la manifestazione che accoglierà migliaia di giovani provenienti da tutto il Mezzogiorno d’Italia. Laboratori, workshop, punti informativi, seminari, colloqui, test attitudinali, giochi di gruppo e aree espositive saranno i punti di riferimento della manifestazione che si svolgerà a Napoli dal 6 all’8 novembre presso gli spazi della Mostra D’Oltremare.

Non poteva mancare a Orientasud la presentazione del più importante progetto di mobilità per i giovani. Il seminario presenterà le opportunità offerte dal Programma Erasmus+ ambito Iefp e i risultati del Programma nel periodo 2014 – 2017. Sarà, inoltre, l’occasione per uno scambio di riflessioni con i partecipanti sulle esperienze trascorse e sul futuro anche alla luce della recente proposta dalla Commissione Europea che intende raddoppiare le risorse destinate al programma per il prossimo periodo di programmazione. Il seminario sarà a cura dell’Agenzia Erasmus - Inapp.

Opportunità di stage, tirocini, premi e borse, lavoro vero e proprio, volontariato e scambi culturali. Diversi i workshop sul percorso di selezione del personale: il cv, la lettera di presentazione e il colloquio di lavoro. Le competenze trasversali utili per il mondo del lavoro è il seminario riservato a quanti si interrogano sulle aspettative delle imprese in tema di lavoro. Gli studenti dell’ultimo anno delle scuole superiori, invece, potranno sfidarsi a colpi di Jobs, il gioco da tavolo pensato per trasferire ai ragazzi i concetti del lavoro attraverso il gioco.


Ai tanti ragazzi che pensano di realizzare e creare una start up sarà dedicato l’incontro dal titolo: Trasforma le tue idee in una start up. Il workshop mira a trasferire la cultura del fare impresa, con le testimonianze di esperti e giovani startupper che si sono lanciati nel mondo dell’imprenditoria giovanile. Agli aspiranti imprenditori partecipanti sarà messo a disposizione un test sull’autoimprenditorialità che esprimerà in punteggio la propria potenzialità nel fare impresa.

In calendario la presentazione di tutte le facoltà con gli esperti della Fondazione Italia Education che introdurranno i direttori dei dipartimenti per spiegare ai ragazzi quali sono le materie di studio, le difficoltà dei vari corsi di laurea e gli sbocchi occupazionali relativi. Il workshop di Orientamento Post Diploma, offrirà le informazioni utili alla scelta post diploma, così da guidare i ragazzi verso una scelta autonoma e responsabile, attraverso la consapevolezza del sé, delle proprie risorse e competenze. Completa il quadro informativo, l’area espositiva dove Istituzioni, Università, Accademie ed Enti di Formazione potranno rispondere alle domande dei ragazzi, un luogo dove incontrare direttamente i responsabili di Ateneo e gli addetti ai lavori.

Anche quest’anno grazie alla collaborazione con l’Ordine dei giornalisti della Campania si rinnova l’appuntamento con La citta e il lavoro, le mie idee, un premio riservato agli studenti delle scuole secondarie superiori che si impegnano a riflettere e a proporre il loro contributo di idee sotto forma di elaborati letterari, musicali, video o ricerche. Il 6 novembre in sede inaugurale ci sarà alla presenza di tutte le scuole partecipanti, la premiazione di quattro lavori che saranno oggetto di altrettante borse di studio.

Quest’anno Orientasud ospita il ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, che avrà un’area informativa a disposizione dei visitatori per conoscere le iniziative messe in campo dal dicastero guidato da Luigi Di Maio.


#MaipiùNeet è l’hashtag scelto per sensibilizzare la politica, le imprese, la società civile verso un tema ancora molto sottovalutato: ovvero quello che riguarda la condizione di milioni di ragazzi che non lavorano, non studiano e non sono impegnati in nessun percorso formativo.

«Gli ultimi dati sulla disoccupazione giovanile ci dicono che dobbiamo fare di più per un segmento sociale in forte sofferenza come quello dei giovani. Dobbiamo lavorare per offrire loro un tessuto sociale e aziendale che gli dia maggiori opportunità e che sappia accompagnarli nel lungo percorso di realizzazione - ha dichiarato Mariano Berriola, presidente della Fondazione educativa “Italia Education” -. Non possiamo essere indifferenti ad un fenomeno, quello dei Neet che vede fermi ai blocchi quasi tre milioni dei nostri ragazzi».

Ingresso gratuito su prenotazione.

Per maggiori informazioni: www.orientasud.it.




© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: