martedì 11 gennaio 2011
L'Egitto ha deciso di richiamare il proprio ambasciatore presso la Santa Sede dopo le dichiarazioni di papa Benedetto XVI sull'attentato ai cristiani copti, viste come una "interferenza". Lo ha annunciato il portavoce del Ministero degli Esteri egiziano, sottolineando le "nuove affermazioni provenienti dal Vaticano e riguardanti l'Egitto, che riteniamo una inaccettabile interferenza con le nostre questioni interne". No comment per ora dalla Santa Sede.
© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: