lunedì 6 luglio 2020
Nella notte è morto il premio Oscar autore e musicista in una clinica romana per le conseguenze di una caduta. Aveva 91 anni. Mattarella: ha lasciato un'impronta profonda nella storia musicale
Addio a Morricone, funerali già celebrati con la famiglia e Tornatore

Ansa

COMMENTA E CONDIVIDI

E' stato già celebrato a Roma, a quanto apprende l'Adnkronos, il funerale del compositore e premio Oscar Ennio Morricone, morto all'alba di oggi in una clinica della Capitale. Nel rispetto delle sue ultime volontà, la funzione si è celebrata in forma strettamente privata, alla presenza dei familiari, oltre che del regista Giuseppe Tornatore e dell'avvocato Giorgio Assumma, due dei suoi amici più cari. Il momento della benedizione della salma è stato accompagnato dalle note di 'Mission', colonna sonora dell'omonimo film del 1986 di Roland Joffé, alla quale il maestro era particolarmente legato. Morricone verrà sepolto nelle prossime ore in un cimitero di Roma, sua città natale.

Ennio Morricone è morto durante il ricovero al Campus Biomedico di Roma per le conseguenze di una caduta, avvenuta in casa sua pochi giorni prima, che stando a quanto riportato, gli aveva provocato la rottura del femore.

​Il grande musicista e compositore, autore delle colonne sonore più belle del cinema italiano e mondiale aveva 91 anni. Venerato maestro del mondo cinematografico, Ennio Morricone ha arricchito centinaia di film con il suo talento musicale, costruendo, dall'Italia, la sua reputazione con le musiche per leggendarie pellicole ambientate nel selvaggio West americano. Autore di colonne sonore capolavoro, tra cui quelle dei film Per un pugno di dollari, Mission, C'era una volta in America, Novecento e Nuovo cinema Paradiso.

Nel 2007 Morricone ha ricevuto il premio Oscar alla carriera, dopo essere stato nominato per 5 volte. Nel 2016 ha ottenuto il suo secondo Oscar per le partiture del film di Quentin Tarantino The Hateful Eight, per la quale si è aggiudicato anche il Golden Globe.

Nuovo Cinema Paradiso (1988)

Video

Per Un Pugno Di Dollari (1964)

Video

I funerali del maestro e compositore si terranno in forma privata, su espressa volontà della famiglia.

"Morricone si è spento all'alba del 6 luglio in Roma con il conforto della fede", si legge in una nota della famiglia firmata dal legale Giorgio Assumma. "Ha conservato sino all'ultimo piena lucidità e grande dignità, ha salutato l'amata moglie Maria che lo ha accompagnato con dedizione in ogni istante della sua vita umana e professionale e gli è stato accanto fino all'estremo respiro ha ringraziato i figli e i nipoti per l'amore e la cura che gli hanno donato", si legge nella nota.

Ansa

Tra le sue ultime interviste rilasciate ad Avvenire:

Ennio Morricone sul podio per i poveri: «La bellezza è carità» di Pierachille Dolfini

L'intervista per i suoi 90 anni: la fede e il cinema di Angela Calvini

Mattarella: ha lasciato un'impronta nella storia musicale

Innumerevoli i messaggi di cordoglio per la scomparsa del maestro. Tra di essi, ricordiamo quello del presidente Sergio Mattarella: "La scomparsa di Ennio Morricone ci priva di un artista insigne e geniale. Musicista insieme raffinato e popolare, ha lasciato un'impronta profonda nella storia musicale del secondo Novecento. Attraverso le sue colonne sonore ha contribuito grandemente a diffondere e rafforzare il prestigio dell'Italia nel mondo. Desidero far giungere alla famiglia del Maestro il mio profondo cordoglio e sentimenti di affettuosa vicinanza", conclude il messaggio del capo dello Stato.

Nel 2019 la Medaglia d'oro del Pontificato

Nel 2019 aveva ricevuto da Papa Francesco la Medaglia d’Oro del Pontificato “per il suo straordinario impegno artistico, che ha avuto anche aspetti di natura religiosa”. A consegnarli materialmente il premio fu il cardinale Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio consiglio della Cultura. “Sono vicino con affetto alla moglie Maria e alla famiglia nel ricordare il Maestro Ennio Morricone”, scrive in un tweet: “lo affido a Dio perché lo accolga nell’armonia celeste, forse assegnandogli l’incarico per qualche partitura da far eseguire ai cori angelici”.

Lo scorso anno Morricone aveva dato addio alle scene e, a sorpresa, aveva accettato di dirigere un concerto in Aula Paolo VI in Vaticano. “Non potevo dire di no”, erano state le sue parole.

© Riproduzione riservata
COMMENTA E CONDIVIDI