Il bollo da abolire, cavallo trasversale
mercoledì 14 febbraio 2018
È uno dei cavalli di battaglia del Centrodestra (Berlusconi in primis), ma pare non dispiaccia nemmeno al Pd (Renzi in passato giudicò «praticabile» l'idea di sostituirlo con un'addizionale sulle accise della benzina), mentre i Cinque Stelle non si capisce bene cosa ne pensino (sempre che ne pensino). L'abolizione della tassa di possesso sulla prima auto è l'unico argomento relativo alle quattro ruote citato in questa campagna elettorale. Costerebbe allo Stato, ma soprattutto a Regioni e Enti Locali, 6 miliardi di euro e se fosse compensato da un aumento del prezzo dei carburanti colpirebbe chi di più usa l'auto introducendo un principio di equità per tutti gli altri.
Certo, prima ci sarebbe da rimediare alla vergogna della riforma del Codice della Strada che giace intoccata in Senato dal 2014. Ipotesi però che non porta voti, quindi impraticabile al momento.
© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: