I nuovi palinsesti tra luci e ombre
venerdì 14 settembre 2018
Non c'è dubbio che le prime novità della stagione tv appena iniziata riguardino, sul fronte delle grandi emittenti generaliste, Rete 4 e Rai 1, sia pure per motivi diversi (ne ha parlato ieri anche Tiziana Lupi nella pagina degli spettacoli). La trasformazione maggiore è di sicuro quella che sta avvenendo in casa Mediaset con Rete 4 che cambia volto puntando molto su informazione e divulgazione rinunciando, in particolare, al populismo di piazza che l'aveva caratterizzata negli ultimi tempi. Dietro ci sarà pure una scelta politica, ma intanto, con più testa e meno pancia, migliora la programmazione. Tra le novità sul fronte Mediaset va anche ricordato il ritorno delle proprie reti sulla piattaforma satellitare Sky, avviato da Canale 5 che ha riconquistato il canale 105. Ad ottobre arriveranno le altre reti in chiaro del Biscione, segno del ritrovato accordo tra Murdoch e i Berlusconi, che significa qualcosa di più di un semplice fatto tecnico. È un ulteriore tassello dell'estensione continua dell'offerta televisiva su più piattaforme, in chiaro e a pagamento, che comprende il digitale terrestre, il satellite e lo streaming online. Sul fronte Rai, invece, le prime novità riguardano il pomeriggio della rete ammiraglia che adesso, dalle 14, propone nell'ordine: il nuovo talk show con Caterina Balivo Vieni da me, Il paradiso delle signore in versione soap opera, La vita in diretta con l'arrivo di Tiberio Timperi ad affiancare la confermata Francesca Fialdini. Vieni da me, con giochini scontati come “Tra lui e lei”, oroscopi e gossip, stenta a decollare. Ma soprattutto non si capisce perché a quell'ora non sia stata messa in palinsesto Il paradiso delle signore. Concorrenza per concorrenza con Canale 5 tanto valeva mandarla in contemporanea a Beautiful. Magari in una versione più lunga, visto che la nuova formula delle 180 puntate in versione breve quotidiana, con per di più l'assenza di molti vecchi protagonisti, sembra non riscontrare il favore delle fan della versione da prima serata (i numeri stanno parlando chiaro). Per quanto riguarda invece La vita in diretta, funziona la coppia a gestione separata Tiberi-Fialdini e per ora appaiono migliori anche le storie raccontate, tanto che almeno nella seconda parte riesce a fronteggiare il Pomeriggio cinque della solita Barbara D'Urso.
© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: