venerdì 11 gennaio 2019
Il Requiem di Johannes Ockeghem (ca. 1420-1497) è considerato la più antica testimonianza conosciuta di intonazione polifonica della “Missa pro defunctis”. Ne è perfettamente consapevole Antoine Guerber che, alla testa dell'ensemble vocale Diabolus in Musica, sembra scolpirne idealmente nella pietra una interpretazione profondamente caratterizzata da un approccio austero, misurato e solenne, attraversato da un afflato dolce e malinconico, ricco di sfumature espressive che innervano episodi cruciali come i passaggi da due a quattro voci nel Graduale e nel Tractus o come le variopinte sezioni dell'Offertorio. Proiettando le linee del contrappunto avanti di qualche decennio, Guerber affianca al capolavoro di Ockeghem il Requiem di un altro grande maestro fiammingo, Pierre de La Rue (ca. 1452-1518). E qui si sale ulteriormente di livello, non tanto per la qualità artistica, quanto per la raffinatezza dell'intreccio armonico tra le parti, ma anche per una concezione più unitaria e una maggior omogeneità stilistica. Si tratta comunque di due pagine straordinarie, che sanciscono il lento, graduale ma inesorabile passaggio dall'autunno del Medioevo all'alba del Rinascimento. L'organico dell'ensemble francese, si compone di un contralto, due tenori, un baritono, un basso-baritono e due bassi; le due composizioni risultano fortemente connotate da un impasto sonoro che si muove intorno ai registri più gravi, tutt'altro che freddo o vuoto, soprattutto laddove la trama polifonica si fa più complessa e articolata. Gli stacchi di tempo sono lenti e calibrati e, nonostante le singole voci non abbiano forse la personalità solistica che si trova in altri gruppi, ciò che si impone nella lettura firmata da Diabolus in Musica è la consapevolezza di cantanti al servizio della musica e della sacra parola, qui convogliate nella preghiera dei defunti che traduce in sublime arte i turbamenti emotivi, gli interrogativi, le ansie, ma anche l'anelito alla pace e alla serenità di fronte al destino ultimo dell'intera umanità.

Johannes Ockeghem / Pierre de La Rue
Requiem
Diabolus in Musica
Antoine Guerber
Bayard Musique / Self-Tàlea
Euro 19,00
© Riproduzione riservata
COMMENTA E CONDIVIDI

ARGOMENTI: