giovedì 8 febbraio 2018
Al via la campagna #OrdinaryHeroes, inziativa di beneficenza a staffetta: la t-shit del Papa-superman farà autografata da molti vip e tornerà per l'asta
Beneficenza, la maglia di Super-Pope e il primo «calcio» da Totti
COMMENTA E CONDIVIDI

È Francesco Totti a dare "il calcio d'inizio" a #OrdinaryHeroes, iniziativa di beneficenza "a staffetta" presentata oggi in Vaticano (val al sito). Il campione ha autografato la t-shirt in cui è raffigurato papa Francesco come un Superman (SuperPope), in un murales di Mauro Pallotta, in arte MauPal. È la prima firma che viene apposta sulla maglietta che farà il giro del mondo, sarà autografata da esponenti del mondo dello sport, della cultura e dello spettacolo, per poi essere venduta all'asta al suo rientro in Italia.

Il murales di Mauro Pallotta che ha ispirato la maglietta

Il murales di Mauro Pallotta che ha ispirato la maglietta

L'intero ricavato sarà devoluto all'Obolo di San Pietro per aiutare i bisognosi. Ogni testimonial nomina il suo successore in un video pubblicato sui vari social. Totti ha nominato un altro gigante del calcio, Diego Armando Maradona. "Sono molto contento di dare il calcio di inizio al progetto #OrdinaryHeroes, eroi che tutti i giorni compiono atti straordinariamente normali, soprattutto per migliorare il mondo", ha affermato in un video Francesco Totti che ha ringraziato monsignor Dario Viganò, Prefetto della Segreteria per la Comunicazione, per averlo coinvolto nell'iniziativa.

Monsignor Becciu: l'Obolo di San Pietro è aumentato

In occasione della presentazione dell'iniziativa, monsignor Angelo Becciu, sostituto della Segreteria di Stato, ha rilevato che dal 2015 al 2016 il contributo dei fedeli alle opere di carità del Papa è aumentato da 70 a 78 milioni di dollari.

"Il 10-15 per cento va in opere di carità e l'altra parte per le strutture della Chiesa, senza le quali il Papa non può governare: per i fedeli è normale, lo sanno, quando in parrocchia i fedeli danno l'offerta e dicono al parroco 'è per la Chiesa, ci faccia quel che è giusto', e il bravo parroco non se le mette in tasca, le usa per aggiustare le panche, ristrutturare le mura. I fedeli hanno fiducia nel prete e nel Papa".

© Riproduzione riservata
COMMENTA E CONDIVIDI

ARGOMENTI: