giovedì 5 dicembre 2019
l'incontro a New York con il segretario generale delle Nazioni Unite, Antònio Guterres, per la consegna di un messaggio di papa Francesco e del Grand Imam di Al-Azhar Ahmed Al-Tayyeb
La storica firma avvenuta il 4 febbraio 2018: papa Francesco e il Grande Imam sunnita di al-Azhar, Ahamad al-Tayyib: «Basta sangue innocente» (Lapresse Archivio)

La storica firma avvenuta il 4 febbraio 2018: papa Francesco e il Grande Imam sunnita di al-Azhar, Ahamad al-Tayyib: «Basta sangue innocente» (Lapresse Archivio) - LaPresse

COMMENTA E CONDIVIDI

Una Giornata della Fratellanza Umana, da celebrare il 4 febbraio di ogni anno, e un summit mondiale dedicato allo stesso tema: queste le richieste presentate alle Nazioni Unite dagli esponenti delle tre religioni rivelate, riuniti nel Comitato Superiore creato lo scorso 20 agosto 2019 per raggiungere gli obiettivi contenuti nel Documento sulla Fratellanza Umana per la pace mondiale e la convivenza comune (Abu Dhabi 4 febbraio 2019).

Lo si legge in un comunicato del Pontificio Consiglio per il dialogo interreligioso. Il Comitato "è attualmente composto da membri cristiani, musulmani ed ebrei, e presieduto dal Cardinale Miguel Angel Ayuso Guixot, presidente del Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso".

Mercoledì l'incontro a New York con il segretario generale delle Nazioni Unite, Antònio Guterres, per la consegna di un messaggio di papa Francesco e del Grand Imam di Al-Azhar Ahmed Al-Tayyeb. Nel messaggio si propone "che il 4 febbraio sia dichiarato Giornata Mondiale della Fratellanza Umana e si chiede alla Nazioni Unite di partecipare, assieme alla Santa Sede e ad Al-Azhar, all'organizzazione, in un prossimo futuro, di un Summit mondiale sulla Fratellanza Umana".

Guterres ha manifestato apprezzamento e disponibilità per l'iniziativa, sottolineando l'importanza di lavorare a servizio dell'umanità intera. "Ha designato Adama Dieng, United Nations Secretary General's Special Adviser for Hate Speech and the Prevention of Genocide, Rappresentante delle Nazioni Unite per seguire le attività proposte e collaborare con il Comitato Superiore.
Il Comitato è attualmente composto da membri cristiani, musulmani ed ebrei, e presieduto dal cardinale Miguel Angel Ayuso Guixot, presidente del Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso.

© Riproduzione riservata
COMMENTA E CONDIVIDI

ARGOMENTI: